Cerca

Il Foggia Film Festival sceglie il centro storico

La novità principale della quarta edizione del Foggia Film Festival è la location principale delle manifestazioni. La rassegna organizzata dalla «Bottega dell’attore-Teatro studio Dauno» che partirà il 22 novembre infatti si trasferisce nel centro storico di Foggia, e precisamente nell’Auditorium Santa Chiara.
Il Foggia Film Festival sceglie il centro storico
La novità principale della quarta edizione del Foggia Film Festival è la location principale delle manifestazioni. La rassegna organizzata dalla «Bottega dell’attore-Teatro studio Dauno» che partirà il 22 novembre infatti si trasferisce nel centro storico di Foggia, e precisamente nell’Auditorium Santa Chiara. Non solo. Gli eventi della kermesse cinematografica saranno ospitati da altre realtà cittadine, come la libreria- caffetteria Tolleranza Zero, il cineporto e l’aula magna del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia. Il Foggia Film Festival arriverà anche in provincia, nella Multisala Corso di Cerignola.

«Abbiamo intenzione di intensificare queste collaborazioni – afferma Pino Bruno, direttore artistico del festiva – perché il festival rappresenta un investimento e un progetto culturale per tutta la città, un laboratorio di idee di cui la città deve servirsi. Da qui la necessità di individuare un posto come l’auditorium Santa Chiara, molto centrale e davvero molto accogliente, tecnologicamente all'avanguardia. Senza parlare degli spazi dell’Università di Foggia, che consentiranno alla rassegna di tornare in via Arpi e quindi nel cuore della città capoluogo».
Madrina della manifestazione l’attrice e modella ungherese Andrea Klara Osvart, che aprirà il programma degli incontri e delle proiezioni (sabato 22 novembre, alle 18, auditorium Santa Chiara).

La Osvart lascerà poi il posto alla popolare attrice teatrale e televisiva Lorenza Indovina che presenterà un cortometraggio dal titolo «Un uccello molto serio», in concorso nella categoria Italian Short Movies, una delle sezioni del contest cinematografico insieme alla categoria Italian Movies e Italian Documentary. Molti i volti noti fra gli attori e gli autori dei film in concorso.
«Siamo appena alla quarta edizione – aggiunge Bruno – eppure stiamo ricevendo attestati di stima e grandi riconoscimenti che ci fanno ben sperare per il futuro di questa manifestazione. Un esempio su tutti l’attore Stefano Accorsi che ha iscritto personalmente il suo film al nostro concorso, a conferma del fatto che stiamo lavorando bene e che stiamo lavorando incontro alla qualità e non alla quantità».
Stefano Accorsi infatti prenderà parte al Foggia Film Festival (ma non sarà presente) come regista del corto «Io non ti conosco», interpretato con Vittoria Puccini.

Piuttosto ricca comunque l’offerta del festival, al di là delle sezioni del concorso. Ci sono le Vetrine, le Anteprime, gli Omaggi, gli Eventi speciali, gli Experimental Movies e gli Educational Movies. C’è una sezione riservata alle opere degli studenti, in concorso, le lezioni di cinema e la presentazioni di libri. Tra gli eventi speciali anche un omaggio a Pier Paolo Pasolini, con la proiezione di «Medea», con Maria Callas e con un lungo dibattito sulla figura di uno dei più illuminati intellettuali di tutto il Novecento italiano ed europeo. Insomma, fino al 29 novembre, data di chiusura del festival, saranno proiettati nei luoghi del festival circa una settantina di film, fra corto e lungometraggi. La rassegna sarà presentata la settimana prossima, una volta completo il parterre degli ospiti e degli interventi. Tutte le info sul sito www.foggiafilmfestival.it. [ste. lab.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400