Cerca

Scacco ai clan narcotraffico 12 condanne nel Foggiano

BARI – In abbreviato pene comprese tra i 12 anni e i 14 mesi di reclusione per i 12 imputati nel processo cosiddetto «Malavita» sulla frangia giovanile del clan foggiano Sinesi-Francavilla. Sono accusati a vario titolo di traffico e spaccio di droga, detenzione e porto di armi, rapine, estorsioni, furto per fatti risalenti al 2011
Scacco ai clan narcotraffico 12 condanne nel Foggiano
BARI – Il gup del Tribunale di Bari Roberto Oliveri del Castillo ha condannato a pene comprese tra i 12 anni e i 14 mesi di reclusione i 12 imputati nel processo cosiddetto «Malavita» sulla frangia giovanile del clan foggiano Sinesi-Francavilla. Gli imputati, processati con rito abbreviato, sono accusati a vario titolo di traffico e spaccio di droga, detenzione e porto di armi, rapine, estorsioni, furto per fatti risalenti al 2011.

Le indagini, coordinate dai pm della Dda di Bari Lidia Giorgio e Giuseppe Gatti, hanno consentito di sgominare una vera e propria organizzazione criminale con a capo il 23enne Antonio Salvatore, condannato a 12 anni di reclusione. Oltre 78 gli episodi di spaccio accertati dagli inquirenti, 1200 chili di cocaina confezionata e venduta, per un giro di affari stimato intorno ai 20mila euro mensili. Gli imputati furono arrestati da Carabinieri e Polizia nell’ottobre 2013 e sono attualmente detenuti.

Base logistica del gruppo, la casa di Giovanni Perdonò e sua moglie Maria Annunziata Pollidoro (condannati rispettivamente a 4 e 8 anni di reclusione) con i loro figli Giuseppe e Raffaele (condannati a 8 anni). Tranne i coniugi Perdonò, gli imputati - definiti i "ragazzi di Sinesi" – hanno tutti un’età compresa fra 23 e 29 anni. Condanna a 10 anni di reclusione per Francesco Pesante, a 8 anni per Guido Siani, a 6 anni per Alessandro Aprile, a 4 anni per Alessandro e Pio Danilo Amorico, a 3 anni per Massimiliano Terrazzano, a 1 anno e due mesi per Pasquale Michele D’Angelo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400