Cerca

Manifesti funebri per politici... vivi

FOGGIA – Due manifesti mortuari, riguardanti l’assessore al Bilancio del Comune di Foggia Sergio Lombardi (assessore tecnico in quota a Fi) e il consigliere Giuseppe Mainiero (Fratelli d’Italia), sono stati affissi all’ ingresso della sede delle commissioni consiliari comunali. I due manifesti funebri sono stati affissi nella notte e stamane sono stati notati, di fronte all’entrata di Palazzo di Città
Manifesti funebri per politici... vivi
FOGGIA – Due manifesti mortuari, riguardanti l’assessore al Bilancio del Comune di Foggia Sergio Lombardi (assessore tecnico in quota a Fi) e il consigliere Giuseppe Mainiero (Fratelli d’Italia), sono stati affissi all’ ingresso della sede delle commissioni consiliari comunali. I due manifesti funebri sono stati affissi nella notte e stamane sono stati notati, di fronte all’entrata di Palazzo di Città. Sui manifesti funebri sono riportati, appunto, i nomi di Lombardi e Mainiero, e la scritta in neretto: 'Improvvisamente sono venuti a mancarè. L’episodio è stato segnalato alle forze dell’ordine che hanno avviato indagini.

"Se qualcuno pensa di influenzarci con le minacce, – ha detto il sindaco di Foggia, Franco Landella (Fi) – si sbaglia di grosso". Landella ha espresso solidarietà a Lombardi e Mainiero, condannando l’episodio. "Gli avvertimenti, che hanno il sapore di una vera e propria minaccia – sottolinea il sindaco – perpetrati da ignoti ai danni dei due esponenti politici, sono inaccettabili e vanno condannati con forza da tutta la parte sana della città. Sono sicuro che le forze di polizia e la magistratura sapranno fare piena luce su questi episodi incresciosi".

"Piena solidarietà a Giuseppe Mainiero, consigliere comunale di FdI-An di Foggia. "Il vile atto intimidatorio di questa notte è assolutamente vergognoso e mi auguro che gli inquirenti possano individuare e punire tempestivamente i responsabili". Lo dichiara in una nota il presidente di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni, riferendosi alle minacce rivolte al consigliere comunale di Foggia Giuseppe Mainiero, che la notte scorsa ha trovato affissi sotto casa manifesti funebri con il suo nome.

Esprimendo "piena solidarietà" e "totale vicinanza" a Mainiero a nome del partito, Meloni si dice "certa che questo episodio non sortirà l’effetto desiderato da questi macabri personaggi, ma sarà un ulteriore sprone per continuare la sua attività politica, intesa come impegno sul territorio al servizio della comunità cittadina".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400