Cerca

Allarme meningite all’Itis di San Severo

SAN SEVERO - «È tutto sotto controllo all’istituto superiore Minuziano dopo il caso di meningite che ha colpito un docente, ricoverato martedì scorso ai riuniti di Foggia ed ormai in via di guarigione». Così, dopo aver prescritto già da sabato ad un ristretto numero di alunni la specifica profilassi, ieri mattina i dirigenti Asl del servizio igiene hanno incontrato docenti, genitori ed alunni di quell’istituto per fare il punto della situazione e tranquillizzare tutti sullo stato di sicurezza degli ambienti scolastici
Allarme meningite all’Itis di San Severo
SAN SEVERO - «È tutto sotto controllo all’istituto superiore Minuziano dopo il caso di meningite che ha colpito un docente, ricoverato martedì scorso ai riuniti di Foggia ed ormai in via di guarigione». Così, dopo aver prescritto già da sabato ad un ristretto numero di alunni la specifica profilassi, ieri mattina i dirigenti Asl del servizio igiene Giuseppe Iannucci e Giuseppina Moffa coadiuvati dalla dipendente Asl Marilena Nesta, hanno incontrato docenti, genitori ed alunni di quell’istituto per fare il punto della situazione e tranquillizzare tutti sullo stato di sicurezza degli ambienti scolastici.

I responsabili del ufficio Igiene, durante l’incontro organizzato dal dirigente scolastico Giuseppe De Cato nell’Aula magna dell’istituto di via Alfieri, hanno risposto a tutte le domande sollevate da docenti, dai genitori e dagli alunni al fine di fare chiarezza e di evitare inutili allarmismi ed evidenziare l’importanza della vaccinazione come strumento di prevenzione di certe malattie. «Già da sabato mattina - spiega Iannucci -, abbiamo contattato tutti gli alunni delle classi interessate alla profilassi e abbiamo indicato loro le procedure da seguire. Nella stessa giornata di sabato, considerato che i medici di medicina generale nei giorni festivi e prefestivi non sono attivi, abbiamo consegnato ai medici del servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) il protocollo da seguire nel caso fossero stati contattati da persone interessate alla questione». Per fortuna, secondo gli esperti sembra andare nel migliore dei modi e i rappresentanti Asl ritengono che già da oggi lo stato di sorveglianza possa essere sospeso perché oramai sono passati oltre 10 giorni dall’accertamento della patologia.

Ovviamente gli alunni dell’istituto possono tornare tranquillamente tra i banchi considerato che non vi è alcuna possibilità di contagio tanto è vero che non è stato ritenuto necessario procedere ad interventi di sanificazione o disinfestazione. E gli esperti Asl ne spiegano i motivi. «Le giornate di sole che hanno caratterizzato gli ultimi giorni – aggiunge Moffa -, ci hanno aiutato perché gli ambienti e le aule esposte ai raggi solari sono state naturalmente sterilizzate. In più l’attivazione immediata della profilassi ha creato una ulteriore barriera. Piuttosto è opportuno utilizzare questa occasione per ricordare ai ragazzi ed ai loro genitori la possibilità di vaccinarsi contro questa patologia. È sulla prevenzione attraverso la vaccinazione che si tutela la salute di tutti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400