Cerca

Al via il 13 ottobre i lavori per la Foggia-Potenza Ancora un binario unico

POTENZA – La prima fase dei lavori per l'adeguamento della linea ferroviaria Potenza-Foggia (118 chilometri in totale) comincerà il 13 ottobre, per un importo di circa 51 milioni di euro destinati al consolidamento della tratta e al rinnovo dell’armamento (rotaie e traverse): le opere riguarderanno l’adeguamento di 51 chilometri di binario, con cento chilometri di nuove rotaie e la sostituzione di 85mila traverse
Al via il 13 ottobre i lavori per la Foggia-Potenza Ancora un binario unico
POTENZA – La prima fase dei lavori per l'adeguamento della linea ferroviaria Potenza-Foggia (118 chilometri in totale) comincerà il 13 ottobre, per un importo di circa 51 milioni di euro destinati al consolidamento della tratta e al rinnovo dell’armamento (rotaie e traverse): le opere riguarderanno l’adeguamento di 51 chilometri di binario, con cento chilometri di nuove rotaie e la sostituzione di 85mila traverse.

L'intero progetto è stato presentato stamani, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, dall’assessore alle infrastrutture, Aldo Berlinguer, e dai direttori della Produzione territoriale di Puglia e Basilicata e della Direttrice adriatica di Rete ferroviaria italiana, Stefano Morellina e Paolo Pallotta. Il "Sottoprogetto 1", ovvero la prima fase dei lavori di ammodernamento, dovrebbe terminare entro il 2018, mentre la seconda fase, attualmente in progettazione, prevede un investimento complessivo di circa 149 milioni di euro per l’elettrificazione della linea (il progetto definitivo sarà presentato entro il prossimo aprile).

L'assessore ha spiegato che si tratta di un importante progettazione, poichè "bisogna andare oltre la gestione delle emergenze, e lavorare sullo sviluppo infrastrutturale della Basilicata in un’ottica complessiva: quella che stiamo portando avanti in tutta la regione è una 'rivoluzionè per combattere concretamente l’isolamento, e l’ammodernamento della tratta porterà a una riduzione dei tempi e al consolidamento verso lo snodo cruciale di Foggia, vero 'biviò dell’Alta velocità adriatica, senza dimenticare gli effetti sull'occupazione, non trascurabili".
Secondo Pallotta e Morellina, "sono stati messi in campo fondi importanti, e la prima fase è immediatamente cantierabile: lavoreremo di giorno per abbassare i costi, prevedendo anche bus sostitutivi per i pendolari".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400