Cerca

A Foggia l'Università si può seguire part-time

FOGGIA - Tasse ridotte ma anche crediti formativi dimezzati: è l’identikit dello studente universitario part time, una sorta di nuova figura di iscritto che nasce quest’anno all’Ateneo dauno. Una possibilità in più per gli studenti lavoratori o chi segue parenti non autosufficienti
A Foggia l'Università si può seguire part-time
FOGGIA - Tasse ridotte ma anche crediti formativi dimezzati: è l’identikit dello studente universitario part time, una sorta di nuova figura di iscritto che nasce quest’anno all’Università di Fo ggia. L’ateneo dauno riconosce in questa categoria, per la prima volta, non soltanto gli studenti lavoratori (che da sempre hanno prodotti ridotti ed altre agevolazioni in tutti gli atenei), ma anche quei ragazzi che vedono ridursi il tempo destinato allo studio dalla necessitàò di assistere un famigliare. Per queste categorie di studenti (e non solo) l’Università di Foggia propone pertanto percorsi ad hoc. Gli studenti a tempo parziale, chiariscono da via Gramsci, possono essere i lavoratori, gli studenti iscritti contestualmente al Conservatorio, gli studenti impegnati nella cura dei propri familiari con comprovata non autosufficienza.

Quale sarà il percorso di questa nuova figura? Lo studente a tempo parziale si iscrive, la risposta dell’Università, prevedendo di acquisire fino al 50% dei crediti formativi universitari nel corso dell’anno accademico. Riguardo le tasse, il part time paga in tre rate e avrà la possibilità di avvalersi della riduzione al 50% sulla tassa inerente al merito, ottenendo il beneficio della riduzione in base alla situazione Isee per la tassa di reddito. Lo studente che si iscrive in regime di tempo parziale dunque ha diritto alla riduzione delle tasse universitarie, fatta eccezione della prima rata, della tassa regionale Adisu e delle spese accessorie. «La quantificazione ridotta delle tasse per gli studenti che usufruiscono del tempo parziale - la puntualizzazione dell’Università - è valida soltanto per il periodo concordato; qualora lo studente si iscrive fuori corso, rispetto alla durata concordata, deve versare le tasse nella misura ordinaria da lui dovuta in base all’importo Isee indicato».

C’è una condizione specifica per poter usufruire dell’iscrizione a tempo parziale: bisogna essere studente in corso. Lo studente a tempo parziale quest’anno, al momento dell’iscrizione al prossimo anno accademico, avrà la possibilità di trasformare il proprio status in tempo pieno, ma anche di rimanere part time, pare di capire. Di certo, se lo studente interromperà il tempo parziale, dovrà provvedere al pagamento totale delle tasse e contributi dovuti per l’anno accademico di riferimento. Nessuno «sconto» è previsto riguardo la frequenza: «Lo studente a tempo parziale, come quello a tempo pieno - puntualizzano dall’Ateneo - è tenuto a frequentare lezioni, esercitazioni, laboratori, secondo regole stabilite dalle strutture didattiche di appartenenza e indicate nel regolamento del corso di laurea». [a.lang.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400