Cerca

Raduno Protezione civile In Puglia dopo 11 anni /

VIESTE (Foggia) - Il Governatore, Nichi Vendola, tra i partecipanti al primo raduno nazionale di Protezione civile che si sta svolgendo a Pugnochiuso, a Vieste. Dopo 11 anni di montagna, cambia la località dell'evento. E domani arriva il capo della Protezione civile, Gabrielli
Raduno Protezione civile In Puglia dopo 11 anni  /
VIESTE (Foggia) - C'è anche il Governatore, Nichi Vendola, tra i partecipanti al primo raduno nazionale estivo di Protezione civile che si sta svolgendo a Pugnochiuso, a Vieste. Una manifestazione a due settimane di distanza dall'alluvione che ha colpito il Gargano e per la quale la Regione ha stanziato, in due riprese, una somma pari a 2,8 milioni di euro.

Il Presidente ha accolto ieri sera centinaia di volontari della Protezione civile arrivati da sei regioni italiane (Puglia, Toscana, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige)

Domani interverrà all’iniziativa il Capo del Dipartimento della Protezione civile nazionale Franco Gabrielli.

Dopo 11 anni di montagna il "sistema" di Protezione civile italiano si è spostato in Puglia “per vivere – sottolineano gli organizzatori in una nota – una nuova ed esaltante esperienza il 1mo Raduno nazionale estivo”.

Per 11 anni questa iniziativa si è organizzata in Trentino Alto Adige, con il campionato italiano di sci della Protezione civile e il Raduno invernale. Dal 2014 i fondatori della iniziativa – la Provincia Autonoma di Trento, il Dipartimento della Protezione civile nazionale e la rivista "La Protezione civile italiana" – hanno deciso di spostarsi in Puglia, alla luce dell’efficienza del "sistema" regionale di Protezione civile pugliese. Da ieri a Pugnochiuso sono presenti oltre 250 tra volontari, funzionari e dirigenti degli enti e delle istituzioni che si occupano di Protezione civile.

“Il raduno – è detto nel comunicato – rappresenta una occasione di incontro per tutti coloro i quali dedicano il loro tempo, il loro lavoro, la loro passione al servizio della Protezione civile”. Oltre alla Puglia, sono presenti a Pugnochiuso, le rappresentanze di Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Umbria, Abruzzo, Liguria, Veneto, Piemonte e Trentino Alto Adige. Presenti anche le rappresentanze istituzionali del Dipartimento nazionale di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Puglia, della Provincia Autonoma di Trento. I Comuni pugliesi presenti al Raduno con proprie rappresentanze sono quello di Bisceglie (Bari) e di Fasano (Brindisi).

Il Raduno – che si concluderà domenica prossima 21 Settembre - è organizzato da un Comitato Organizzatore, presieduto da Matteo Perillo, composto dalla Regione Puglia e dai Coordinamenti Provinciali delle associazioni di volontariato e dei gruppi comunali di Protezione Civile delle Province di Foggia, Brindisi, Bari, Lecce e Taranto.

All’organizzazione dell’evento collaborano la rivista nazionale "La Protezione Civile Italiana" – presente a Pugnochiuso con il suo direttore Franco Pasargiklian – e il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Ieri pomeriggio il raduno è stato inaugurato da una sfilata di tutti i partecipanti al Raduno per le vie di Vieste, alla quale hanno partecipato tra gli altri il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il sindaco di Vieste Ersilia Nobile, il dirigente del Servizio di Protezione Civile regionale Luca Limongelli, il funzionario del Dipartimento di Protezione Civile Massimo Lapietra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400