Cerca

Orsara e la sagra delle «lajanelle e fasule»

ORSARA DI PUGLIA - Riscoperta di tradizioni, anche e soprattutto culinarie. Sarà la «Sagra delle lajanelle e fasule» il piatto forte della serata a Orsara di Puglia. Questa sera in piazza San Pietro, dalle 20.30, si potrà assaporare uno dei piatti della tradizione gastronomica del paese.
Orsara e la sagra delle «lajanelle e fasule»
ORSARA - Sono questi a ridosso del Ferragosto i giorni più intensi nei centri montani del Subappennino dauno, ripopolati dagli emigrati che tornano a casa per le vacanze, magari accompagnati da figli e nipoti che colgono l’occasione di conoscere i comuni, la storie e le tradizioni dei paesi di provenienza delle loro famiglie. Paesi ripopolati, anche solo per qualche serata, dai cittadini che vogliano sfuggire il caldo afoso che, sebbene in ritardo, si è presentato all’appello estivo.

Riscoperta di tradizioni, anche e soprattutto culinarie. Sarà la «Sagra delle lajanelle e fasule» il piatto forte della serata a Orsara di Puglia. Questa sera in piazza San Pietro, dalle 20.30, si potrà assaporare uno dei piatti della tradizione gastronomica del paese. All’evento, organizzato da Acao (Associazione commercianti e artigiani orsaresi) e Comune di Orsara di Puglia, hanno assicurato la loro collaborazione diverse realtà dell’enogastronomia orsarese.

Durante la sagra, si potrà ammirare lo spettacolo musicale «Danze popolari del Sud e danze internazionali», a cura di Agorart. Le laganelle con i fagioli sono una ricetta comune a tutto il Mezzogiorno d’Italia. Esistono molti tipi di varianti di questo piatto tipico del Sud, preparato soprattutto in Puglia, Molise e Basilicata. Le laganelle sono una pasta fresca simile alle tagliatelle, ma con maggiore grandezza e spessore. Ma non è naturalmente questo l’unico piatto tipico della zona montana.
La cucina orsarese in effetti ha diversi punti di contatto con quella della piana del Tavoliere.

Uno degli elementi caratteristici della tavola di Orsara è la carne, quella che proviene dagli allevamenti di ovini, caprini, bovini e suini. Oltre alle «lajanelle», è l’arrosto con patate uno dei piatti più tipicamente orsaresi. Per i vegetariani, tuttavia, non c’è che l’imbarazzo della scelta grazie a una grande varietà di verdure cucinate nei modi più differenti con orecchiette, fusilli, cicatelli, «maccarun a curtiell«, parenti prossimi delle strascinate baresi. Un ruolo importante nella cucina orsarese è riservato ai legumi, alle zuppe di ceci e fagioli condite con tanto peperoncino.

La tavola tradizionale e i suoi prodotti sono un valore distintivo della comunità orsarese, ed è per questo che il Comune di Orsara ha dedicato un’intera sezione del proprio sito internet istituzionale (piatti e prodotti tipici) alle ricette tipiche orsaresi, pubblicandone ben 70. (vedere su www.comune.orsaradipuglia.fg.it .
Agli asparagi, poi, la sezione del sito internet comunale dedicata a «piatti e prodotti tipici« dedica ben dieci ricette. C’è una peculiarità che rende unico l’asparago coltivato a Orsara di Puglia: qui, nelle terre ricche di selenio dell’agro orsarese, il gambo del prezioso ortaggio è interamente verde e totalmente commestibile a differenza delle varietà prodotte in Veneto e in altre regioni italiane. Si tratta di un prodotto completamente tracciabile che arriva sui mercati del Bel Paese e in quelli internazionali col marchio «Prodotti di Puglia». La totale rintracciabilità delle fasi di trapianto, coltivazione, raccolta, stoccaggio, confezionamento e trasporto costituiscono uno strumento di garanzia e di costante miglioramento della qualità che porterà, nell’arco dei prossimi anni, al riconoscimento del marchio di Identificazione Geografica Protetta (Igp).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400