Cerca

Lucera, 400 figuranti per la battaglia davanti a re Carlo II

di RICCARDO ZINGARO
LUCERA - Due giorni di manifestazioni, partenza e arrivo cambiati, rievocazioni al castello e degustazioni di cibo medievale. Si annuncia piena di novità la 32° edizione del corteo storico di Lucera che l’amministrazione comunale ha affidato a due gruppi locali, «Puer Apuliae» e «Angioini». Incentrato sul tema angioino e in particolare nell’agosto dell’anno 1300, la manifestazione si terrà oggi e domani
Lucera, 400 figuranti per la battaglia davanti a re Carlo II
di RICCARDO ZINGARO

LUCERA - Due giorni di manifestazioni, partenza e arrivo cambiati, rievocazioni al castello e degustazioni di cibo medievale. Si annuncia piena di novità la 32° edizione del corteo storico di Lucera che l’amministrazione comunale ha affidato a due gruppi locali, «Puer Apuliae» e «Angioini». Incentrato sul tema angioino e in particolare nell’agosto dell’anno 1300, la manifestazione si terrà oggi e domani. La prima giornata sarà caratterizzata soprattutto dall’emanazione itinerante del bando, con partenza alle 20 e conclusione alle 21.30 in piazza Duomo dove, per l’occasione, è previsto il saluto al vescovo, l’allestimento di ambientazioni medioevali con tende e figuranti e la proiezione di un cortometraggio intitolato «Lucera Angioina».

Molto più articolata la giornata del 13, con la prima novità che riguarda la partenza alle 18.30 da piazza Tribunali e la conclusione alle 23 al castello, con sosta temporanea in piazza Duomo per spettacoli ed esibizioni. Dopo la sfilata, i circa 400 figuranti entreranno nella fortezza da porta Albana, attraversando il ponte per uscire da porta di Castelfiorentino (il vecchio ingresso alle mura). Sul piazzale antistante cavalieri saraceni e angioini faranno rivivere la battaglia dell’a gosto 1300 alla presenza di Re Carlo II d’Angiò e della sua corte, con fuochi piromusicali, incendio del castello, danze orientali e medioevali. L’atto finale sarà lo storico affidamento della città da parte del re a santa Maria patrona. Dopo la cerimonia è prevista un’appendice notturna in piazza Nocelli, piazza Tribunali e piazza Oberdan, con nuovi allestimenti medievali e degustazioni di ricette dell’epoca.

La formazione vera e propria del corteo si terrà alle 18 in via dei Saraceni dove confluiranno tre gruppi di componenti da altrettante diverse provenienze. I saraceni da piazzetta del Vecchio, con passaggio in piazza Duomo, recita in arabo della preghiera del vespro, preludio alla battaglia, scortati dal gruppo «Puer apuliae». Gli angioini concentreranno la loro partenza da piazza della Repubblica, scortati dai tamburini di Torremaggiore. Il re e la sua corte partiranno da piazza Matteotti, scortati dal gruppo degli Angioini. Percorso corteo: piazza Tribunali, via San Francesco, piazza del Carmine, piazza Oberdan, via Frattarolo, via Genoveffa De Troia, via Amendola, corso Garibaldi, via Gramsci, via D’Angicourt, piazza Duomo, piazza della Repubblica, via IV Novembre, via San Domenico, via Federico II, piazza Matteotti, via Indipendenza, via Mazzini, via Toti, viale Castello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400