Cerca

Cerignola, arrestato stalker minacciava ex e suoi genitori

CERIGNOLA - Atti persecutori nei confronti di una ragazza con la quale aveva avuto una relazione tormentata per circa tre anni, interrottasi per volere della vittima a marzo dell’anno scorso e poi ripresa per un breve periodo. E’ l’accusa nei confronti di M.M., 37 anni, arrestato da agenti del Commissariato di Cerignola, in provincia di Foggia, che gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari
Cerignola, arrestato stalker minacciava ex e suoi genitori
CERIGNOLA - Atti persecutori nei confronti di una ragazza con la quale aveva avuto una relazione tormentata per circa tre anni, interrottasi per volere della vittima a marzo dell’anno scorso e poi ripresa per un breve periodo. E’ l’accusa nei confronti di M.M., 37 anni, arrestato da agenti del Commissariato di Cerignola, in provincia di Foggia, che gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

L'uomo la seguiva, la contattava telefonicamente e sui social network, con falsi nickname. La donna a gennaio 2013, lo ha denunciato per un’aggressione violenta ai danni suoi e di un suo amico, che la stava accompagnando a casa.
Dopo altri contatti via sms, a settembre 2013, la ragazza ha accettato la proposta di riprendere la relazione fino alla rottura definitiva del marzo scorso. A quel punto sono riprese sulla nuova utenza telefonica della donna le molestie, le minacce, gli insulti, gli squilli, a qualsiasi ora del giorno e della notte ed alle quali la vittima, talvolta, era costretta a rispondere nella speranza che questi placasse la sua ira, ma inutilmente, poichè puntualmente veniva ricoperta di insulti e talvolta di richieste contraddittorie di pacificazione, evidenziando una confusione di volontà, patologica.

La ragazza ha cambiato numero telefonico, cercando di tenerlo, il più possibile, segreto; per questo motivo, bersaglio delle minacce e delle molestie telefoniche sono diventati i suoi genitori, a qualsiasi ora, del giorno e della notte. Ad aprile scorso l’aggressione violenta in un bar con la minaccia di ucciderla, sempre con l’obiettivo di convincerla a tornare insieme a lui.
Il culmine a giugno quando l’uomo le ha fatto intendere di seguirla ovunque riferendole indizi che confermavano questo annuncio cui sono seguiti l’intervento provvidenziale della polizia e la denuncia presentata dalla giovane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400