Cerca

Spiagge riaperte falesie in sicurezza

di MICHELE APOLLONIO
MANFREDONIA - La Capitaneria di porto ha revocato ma limitatamente a questa stagione balneare e per i tratti di litorale ricadenti nel comune di Monte Sant’Angelo, in cui sono stati eseguiti gli opportuni interventi per porre in sicurezza le falesie, l’ordinanza emanata lo scorso maggio, con la quale era stata interdetta l’agibilità di tratti di costa e delle relative attività. Tornano pertanto balneabili quei tratti di costa e di mare e dunque l’uso degli stessi, a fini turistici
Spiagge riaperte falesie in sicurezza
di MICHELE APOLLONIO

MANFREDONIA - La Capitaneria di porto di Manfredonia ha revocato ma limitatamente a questa stagione balneare e per i tratti di litorale ricadenti nel comune di Monte Sant’Angelo, in cui sono stati eseguiti gli opportuni interventi per porre in sicurezza le falesie, l’ordinanza emanata lo scorso maggio, con la quale era stata interdetta l’agibilità di tratti di costa e delle relative attività balneari. Tornano pertanto balneabili quei tratti di costa e di mare e dunque l’uso degli stessi, a fini turistici per il sollievo degli operatori balneari che hanno rischiato di vedere compromesse le rispettive attività turistiche.

Pericolo cessato allora? «Intanto va detto - rileva il comandante della Capitaneria di Porto, capitano di fregata Marcello Luigi Notaro – che il problema sollevato con l’ordinanza emessa nel maggio scorso, vale a dire la situazione di rischio idrogeologico in diversi tratti della costa garganica segnatamente in quella attinente al comune di Monte Sant’Angelo, appurata a seguito di un complesso iter partecipato da organi istituzionali e tecnici, andava affrontato nel modo più drastico e accorto per prevenire ogni eventuale tipo di pericolo. E partendo da questa riconosciuta situazione di rischio - annota - che si sono attivati gli organi tecnici del Comune di Mante Sant’Angelo ai quali si sono uniti quelli dell’Autorità di Bacino, del Genio civile regionale e naturalmente della Capitaneria di porto.
Gli studi condotti affidati ad un team di geologi, pur riconoscendo la fondatezza delle preoccupazioni, hanno appurato non sussistere per la corrente stagione estiva il rischio idrogeologico dei suddetti tratti di costa, demandando al Comune di Monte Sant’Angelo la determinazione dei confini dei luoghi in cui il rischio è mitigato e l’onere di provvedere al monitoraggio dello stato delle falesie. Per l’immediato sono stati disposti ed eseguiti, interventi di bonifica con la cerchiatura e discaggio dei massi ritenuti pericolosi, e la installazione di reti di contenimento di caduta sassi lungo le falesie. Inoltre è stata istallata idonea cartellonistica multilingue e di tutti i dispositivi conseguenti di segnalazione di pericolo con particolare riferimento alla discesa in mare».

A seguiti ti tali interventi e in considerazione del limitato moto ondoso che ricorre nelle stagioni estive, il comandante della Capitaneria di porto, Marcello Notaro, ha emesso una nuova ordinanza valevole per la stagione balneare in corso, con la quale ripristina la balneabilità degli specchi di mare antistanti le spiagge Baia del Monaco, Lido Macchia, Chinacamasitto, Lido Varcaro e Bacco a Mare; mentre il Comune di Monte Sant’Angelo con propria ordinanza ha autorizzato la fruibilità delle relative spiagge imponendo tuttavia distanze di sicurezza dal ciglio delle relative falesie. «La problematica delle falesie – dice Notaro – dovrà comune essere attenzionata dagli enti competenti in modo da tutelare la pubblica incolumità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400