Giovedì 16 Agosto 2018 | 00:33

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

intimidazione

Colpi di pistola a San Severo contro casa di architetto

Un mese fa, sempre a San Severo, furono sparati tre colpi di pistola contro il portone di ingresso dell’abitazione di un consigliere comunale

francesco miglio

Il sindaco Francesco Miglio

SAN SEVERO (FOGGIA) - Colpi di arma da fuoco sono stati sparati la notte scorsa contro il portone d’ingresso dell’abitazione dell’architetto Rolando Rubino, a San Severo (Foggia). Si tratta dell’ennesimo atto di intimidazione. Un mese fa, sempre a San Severo, furono sparati tre colpi di pistola contro il portone di ingresso dell’abitazione di Luigi Damone, consigliere comunale. Proprio per fermare la recrudescenza della malavita locale, il capo della Polizia, Franco Gabrielli, nel febbraio scorso ha istituito a San Severo il Reparto Prevenzione Crimine accogliendo così le richieste del sindaco, Francesco Miglio, che aveva lanciato l’allarme dopo che, il 5 marzo 2017, erano stati sparati colpi di pistola contro alcuni mezzi della polizia parcheggiati ed erano stati compiuti diversi episodi criminali, tra cui l’uccisione di marito e moglie (il 24 maggio 2017) in una profumeria, probabilmente nel corso di un regolamento di conti tra bande criminali.

«A titolo personale e di tutta l’Amministrazione Comunale - dichiara il primo cittadino Miglio - desidero far giungere all’architetto Rubino i sensi di profonda solidarietà per il vile attentato che lo ha visto tristemente protagonista. Nel contempo, in maniera ferma e decisa, stigmatizziamo l’ennesimo atto intimidatorio e violento commesso dalla malavita in questi ultimi mesi, che allunga ancora la striscia di fatti delittuosi e di crimini compiuti nella nostra città. Confidiamo nell’operato delle Forze dell’Ordine, in cui riponiamo la nostra totale fiducia, per assicurare alla giustizia i responsabili di questo brutto episodio delinquenziale di stampo mafioso».

71016 San Severo FG, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scontro nel Foggiano, muoionodue giovani di Torremaggiore

Scontro nel Foggiano, muoiono due giovani di Torremaggiore Foto

 
San Marco in Lamis, trovatomorto accanto al trattore:incidente o omicidio?

San Marco in Lamis, trovato
morto accanto al trattore:
incidente o omicidio?

 
Scandalo Sanitarservice, Di Biasesi difende: compensi e spese regolari

Scandalo Sanitaservice, Di Biase si difende: compensi e spese regolari

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Trans sequestrato e pestato da cliente

Trans sequestrato e pestato da cliente

 
Tragedia sfiorata in autostrada: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla stradale

Tragedia sfiorata in A14: due anziani in viaggio contromano, salvati dalla Polstrada

 
Sanitaservice Foggia, superstipendi e spese pazze per mezzo milione:sequestrati beni all'amministratore

Sanitaservice Foggia, superstipendi e sprechi: sequestro beni ex amministratore

 
Strage braccianti: al via le indagini per caporalato a Foggia e Larino

Strage braccianti nel Foggiano: indagati tre imprenditori agricoli

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS