Cerca

Domenica 20 Maggio 2018 | 17:52

Indaga anche la Procura

Foggia, sospetti su start up
Ateneo fa marcia indietro

Pasticcio sulla Minaba Tech: l'Ateno rileva anomalie nella gestione e recede dallo spin off. Atti inviati alla magistratura penale e alla Corte dei conti

università di foggia

L’Università di Foggia ha deciso di abbandonare lo spin off 'Minaba Tech SrL', costituito nel 2014 per produrre prodotti ittici con elevata valenza salutistica. L'uscita dalla società si è resa necessaria dopo la segnalazione del collegio dei revisori di «significative anomalie» che hanno portato ad inviare gli atti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia e alla Corte dei Conti.

Nello specifico - è detto in una nota dell’Università - al vaglio degli inquirenti c'è l’assemblea straordinaria dei soci di Minaba Tech tenuta il 25 gennaio 2017: pur non essendo mai stata convocata, l’Università di Foggia risulta agli atti rappresentata dal proprio docente Diego Centonze ("mai autorizzato né informalmente, né formalmente con specifica delega, come previsto in questi casi), nonché componente del consiglio di amministrazione della società». Particolare di rilievo, se si considera - aggiunge l’ateneo - che nel corso di quell'assemblea i soci decisero, tra l’altro, la riduzione del capitale sociale da 100.000 a 10.000 euro, la fuoriuscita di un socio e la redistribuzione delle quote sociali, con conseguente incremento della partecipazione di due docenti. A questo si aggiunga - prosegue la nota - che l’Università di Foggia, in qualità di socio, non è mai stata informata della cancellazione di Minaba Tech SrL dal registro sociale delle start up innovative (avvenuta il 3 gennaio 2017), un atto che fa decadere l'interesse scientifico dell’Ateneo a partecipare a una società che per mission dovrebbe occuparsi di ricerca e innovazione.

«Abbiamo rilevato significative anomalie - spiega il Dg dell’Università di Foggia, Teresa Romei - che non ci consentono di tutelare adeguatamente gli interessi scientifici e l’immagine dell’Università di Foggia. Da qui l’opportunità ravvisata di recedere dalla compagine della Minaba Tech SrL. I nostri revisori dei conti hanno chiesto di inviare la documentazione dello spin off alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, ai fini dell’accertamento di eventuali illiceità».

La società era stata costituita il 27 ottobre 2014 a Manfredonia attraverso le seguenti partecipazioni: prof. Matteo Alessandro Del Nobile (ordinario UniFg) con una quota di 16.000,00 euro pari al 16% del capitale sociale; prof.ssa Amalia Conte (ricercatrice UniFg) con una quota di 14.000,00 euro pari al 14% del capitale sociale; sig.ra Liliana Troiano con una quota di 21.000,00 euro pari al 21% del capitale sociale; Minaba Tech SrL con una quota di 47.000,00 euro pari al 47% del capitale sociale; e, infine, l’Università di Foggia con una quota di 2.000,00 pari al 2% del capitale sociale.

Da statuto - spiega l’Università - la Minaba Tech SrL avrebbe dovuto occuparsi «dello sviluppo, della produzione e della commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, in particolare la produzione e l’immissione sul mercato di una serie di prodotti, a base di pesce, con elevata valenza salutistica, elevata shelf-life, di facile consumo e pronti all’uso», se non fosse che proprio la ricognizione delle proprietà scientifiche e intellettuali in corso all’Università di Foggia ha evidenziato una serie di rilievi formali, di istanze specifiche e di richieste di chiarimenti (in larga misura inevasi).
Nello specifico, al vaglio degli organi di controllo e contestualmente sottoposta agli organi inquirenti, c'è l'assemblea straordinaria dei soci di Minaba Tech SrL tenuta il 25 gennaio 2017: pur non essendo mai stata convocata, l'Università di Foggia - è detto nella nota - risulta agli atti rappresentata dal proprio docente prof. Diego Centonze (mai autorizzato né informalmente, né formalmente con specifica delega, come previsto in questi casi), nonché componente del consiglio di amministrazione della società.

«Particolare di un certo rilievo, se si considera - prosegue l’ateneo foggiano - che nel corso di quell'assemblea i soci di Minaba Tech SrL decisero: la riduzione del capitale sociale da 100.000 a 10.000 euro (in misura non proporzionale e secondo accordi asseritamente raggiunti dai soci); la fuori uscita dalla compagine sociale della sig.ra Liliana Troiano (che all’atto della costituzione deteneva il 21% della società); la redistribuzione delle quote sociali in violazione del diritto di prelazione, con conseguente incremento della partecipazione dei professori Del Nobile e Conte al 75% del capitale sociale, nonostante l’assenza formale e sostanziale del socio UniFg mai convocato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

M5S e Xylella Puglia - Da sinistra i pentastellati Antonella Laricchia, Gianpaolo Cassese, Cristan Casili, Ruggiero Quarto, Patty L’Abbate, Giovanni Vianello, Vincenzo Garruti e Maria Soave Alemanno

M5S programma in 10 punti per sconfiggere Xylella in Puglia

 
Vicesindaca in cucinacon grembiule di Mussolini«Si dimetta». «Una goliardata»

Vicesindaca in cucina con grembiule di Mussolini. «Si dimetta». «Una goliardata»

 
Foggia, agguato al cardiologoSicario rinunciò: c'era il figlio

Foggia, agguato al cardiologo. Il sicario rinunciò: c'era il figlio

 
medusa

Biologa foggiana: troppe meduse nei nostri mari

 
Foggia, 23enne gambieserapina telefonino a donna

Foggia, 23enne gambiese
rapina telefonino a donna

 
Una fase dei «Durum days», l'appuntamento che ha radunato a Foggia operatori del settore cerealicolo

Foggia, grano duro biologico è garanzia per i consumatori

 
Regione Puglia: chi si sottopone a test Hiv non dovrà essere registrato

Hiv, circolare Regione Puglia: «Nelle Asl test anonimi»

 
salone lavoro e creatività a Foggia

A Foggia tante aziende a confronto con studenti e disoccupati: «Possiamo assumere»

 

MEDIAGALLERY

Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 
Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

Sequestrata una discarica abusiva a Sannicandro di Bari

 
Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

Scu, il ragazzo, il barbiere: le intercettazioni del blitz a Brindisi

 
Migranti sbarcati a Otrantoarrestati skipper ucraini

Migranti sbarcati a Otranto
arrestati skipper ucraini

 
Bari, furto d'auto in direttaarriva la Polizia: 2 arresti

Bari, furto d'auto in diretta
arriva la Polizia: 2 arresti Vd

 
Rubarono gommone in portodi Otranto: presi due baresi

Rubarono gommone in porto
di Otranto: presi due baresi Vd

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Francia avverte Italia: rispettate impegni sul debito

Francia avverte Italia: rispettate impegni sul debito

 
Italia TV
Stretta Ue su privacy, Italia in ritardo

Stretta Ue su privacy, Italia in ritardo

 
Economia TV
La rottamazione fa il pieno

La rottamazione fa il pieno

 
Spettacolo TV
A Cannes doppio premio per l'Italia

A Cannes doppio premio per l'Italia

 
Sport TV
Mille Miglia, vince l'argentino Tonconogy

Mille Miglia, vince l'argentino Tonconogy

 
Meteo TV
Previsioni meteo per lunedi', 21 maggio 2018

Previsioni meteo per lunedi', 21 maggio 2018

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 12

Ansatg delle ore 12

 
Calcio TV
Ultima di campionato, ma giochi fatti

Ultima di campionato, ma giochi fatti