Martedì 14 Agosto 2018 | 10:30

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

La Bari che va

La Fiera e le imprese
un accordo per puntare
ai mercati internazionali

Verso il cambiamento: presenti per la prima volta le rassegne specializzate che diventeranno fisse dal prossimo anno

La Fiera e le impreseun accordo per puntareai mercati internazionali

Ottanta candeline per la Campionaria, inaugurata ieri dal premier Renzi, tornato in fiera a due anni dall’ultima visita. La Campionaria 2016, intorno alla quale girano grandi aspettative e grandi attese, sarà l’ultima organizzata direttamente dalla Fiera. La prossima sarà curata dalla nuova azienda a capitale pubblico.

Grandi novità per questo appuntamento di settembre che quest’anno punta sull’internazionalizzazione delle imprese locali e sul lancio di nuove potenziali manifestazioni specializzate che si presentano al pubblico per la prima volta in attesa di stabilizzarsi all’interno del quartiere.

Otto giorni, i cancelli chiuderanno il 18 alle 22, per dare uno sguardo al futuro con l’obiettivo di porre al centro le nuove generazioni e il loro impatto con i processi di internazionalizzazione e innovazione. Un incontro, quindi, tra passato e futuro, tra tradizione e innovazione che passa attraverso l’ampliamento dei settori produttivi.

Alla base della mission il collegamento tra le imprese locali e i mercati esteri. Ritorna infatti il padiglione le «Imprese nel Mondo», che vedrà la presenza di delegazioni estere e servizi per l’internazionalizzazione alle imprese, voluto dalla commissaria, Antonella Bisceglia. Imprese nel mondo girerà intorno al «Country Desk», una borsa affari internazionale che metterà in contatto l’imprenditoria meridionale con esperti internazionali di 21 paesi, con l’obiettivo di fornire una serie di servizi informativi e consulenze necessari per lanciare e assistere le imprese pugliesi nella ricerca di nuovi mercati.

Tante le novità in giro per i viali a partire da «In Italy - Design in Puglia», ospitato nel salone dell’Arredamento, che mette a confronto gli attori della filiera legno-arredo a disposizione degli utenti. Seguono «I Giardini del Levante» con l’architettura del verde, «Bellezza Mediterranea», dedicata a estetica, cosmesi, bellezza e fitness, e «Mediterranean Health & Beauty Show», un evento organizzato da Cosmoprof Worldwide, piattaforma internazionale per il business della cosmetica e del benessere che Bologna ospita da 49 anni.

«Il Mondo Creativo», invece, è la rassegna riservata agli amanti dell’hobbistica e del fai-da-te, anch’essa organizzata da Bologna Fiere e in programma, fiera nella fiera, dal 15 al 18, il Mondo Creativo, con corsi e laboratori per acquisire nuove modalità di lavorazione, per l'utilizzo di nuovi materiali e supporti: dalla carta al cartoncino, alla gomma, alla seta, al metallo.

L’innovazione però non toglierà spazio alla tradizione. Torna lo spazio dell’Agroalimentare, organizzato dalla Regione Puglia, con «Puglia Natura», il salone dell’agricoltura biologica e della tutela dei prodotti tipici pugliesi, e «Agrimed», vetrina per le politiche di sviluppo rurale, ma anche per le tradizioni enogastronomiche della Puglia.

Edilizia, enogastronomia, auto nuove, usate e a Km0, casalinghi e shopping sono le tappe irrinunciabili della passeggiata fra i viali così come la «Galleria delle Nazioni» che quest’anno ospita le produzioni artigianali 26 Paesi con la prima presenza per la Guinea Bissau, piccolo Stato dell’Africa Occidentale.

Nutrita la presenza come ogni anno di Enti e Istituzioni. La Regione Puglia, con l’assessorato alla qualità dell’Ambiente, sarà punto di incontro per attività e convegni sui progetti per i cittadini.

Il padiglione del Comune è stato ridisegnato, focalizzando la comunicazione e tutte le attività sul tema dell’innovazione sociale. Il nuovo spazio si chiama «BIS - Bari Innovazione Sociale» ed è organizzato in base a otto tematiche che raccontano i processi, i progetti e le politiche che l’amministrazione ha portato avanti nei due anni di mandato: economie urbane e del mare, generazioni, stili di vita, cittadinanza digitale, riuso e reti sociali, identità culturale e turismo, beni comuni e partecipazione, con i progetti realizzati o in fase di realizzazione. All’interno un desk dedicato ai cittadini in cerca di lavoro, che fornisce tutte le informazioni utili, sostituendosi per una settimana all’attività svolta nell’ex Manifattura dei tabacchi.

Per la prima volta la Banca d’Italia occupa uno stand nella Nuova Hall di via Verdi e ospita una mostra multimediale che consente di conoscere le caratteristiche e i presidi anticontraffazione della nuova banconota da 50 euro, in circolazione dal 4 aprile 2017.

Consueti spazi dedicati a Esercito, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, dove l’Esercito espone alcuni mezzi impiegati nelle operazioni internazionali di pace. Nel padiglione dell’Aeronautica gli appassionati possono regalarsi un giro virtuale sulle Frecce Tricolori, grazie al simulatore ludico di volo della Pattuglia Acrobatica Nazionale.

Stand ricchi di informazioni, anche per Amgas e Acquedotto Pugliese e continuano le loro attività abituali quelle aziende che hanno scelto la fiera come sede per tutto l’anno: Impact Hub, Chiamami, Birrificio Bari, Gi.ma. Consulting, Filo ed E-Commerce Italy.

Eataly propone due eventi, uno di cucina etnica e uno di cucina regionale oltre a lezioni di cucina a costo contenuto.

«È una fiera di passaggio - così la descrive il sindaco, Antonio Decaro - con molte contaminazioni con quello che verrà. Alcune nuove rassegne si presentano già quest’anno. Le aspettative sono alte, come sempre, e legate alla ripresa ufficiale delle attività che, come tutti i baresi sanno, è legata a doppio filo alla fiera».

«Anche quest’anno centinaia di espositori arriveranno a Bari, in un’unica grande esperienza che coinvolge operatori istituzionali, di categoria, esponenti del mondo imprenditoria regionale e nazionale e, più di ogni altra cosa, i cittadini - è il commento dell’assessore alle Attività economiche, Carla Palone - Alcuni dati hanno recentemente fissato in 150 milioni l’indotto collegato al sistema degli eventi che si svolgono ogni anno durante la Fiera del Levante: un dato confortante che racconta l’impegno, il sacrificio e la dedizione che animano le istituzioni, che in questi anni hanno dato un contributo importante per il rilancio dell’ente. Una fiera straordinaria, di cui vogliamo festeggiare degnamente l'80 compleanno».

[red.cro.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 
A Vieste la leggenda di Cristalda e Pizzomunno si trasforma in street art

A Vieste la leggenda di Cristalda e Pizzomunno si trasforma in street art

 
Tutti pazzi per il parco acquatico gonfiabile: inaugurato il Crazy Park

Tutti pazzi per il primo parco acquatico gonfiabile di Bari: ecco il Crazy Park

1commento

 
Salvini a Lesina: «Dedico questa piazza a tutti quelli che non hanno capito che la musica è cambiata»

Salvini: «Dedico questa piazza a tutti quelli che non hanno capito che la musica è cambiata» Vd

 
Cerignola, fa la rapina in market:ma in coda c'è un carabiniere: preso

Cerignola, fa la rapina in market: in coda c'è un carabiniere: preso Vd

 

PHOTONEWS