Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 02:35

ROMA

Ok ai primi 70 Isa, addio studi settore

Operativi da 2018 su anno imposta 2017, per 1,4 mln contribuenti

Ok ai primi 70 Isa, addio studi settore

ROMA, 22 SET - Arrivano ufficialmente i primi 'Isa', gli indici sintetici di affidabilità destinati a sostituire gli studi di settore di 1,4 milioni di contribuenti già nel 2018, per l'anno d'imposta 2017. A regime i nuovi 'Isa' coinvolgeranno l'intera platea oggi interessata dagli studi di settore, 4 milioni di contribuenti. Potranno quindi accedere ai benefici premiali previsti, circa 168mila sono intermediari del commercio (12% della platea), quasi 145mila avvocati (10%), oltre 129mila installatori di impianti (9%). Tra le macro categorie più numerose interessate dagli Isa ci sono anche i ristoranti, circa 95mila (7%) e i parrucchieri, circa 74mila (5%). I primi indici rigaurdano commercio (tra le categorie elettrodomestici, articoli sportivi, commercio all'ingrosso di mobili), 17 gli Indici per i servizi, dai parrucchieri ai meccanici ai ristoranti e villaggi turistici, 15 gli indici per la manifattura, dalle scarpe al vetro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione