Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 15:28

Melfi - Sciopero nella notte

I lavoratori dello stabilimento Fiat si sono astenuti dal turno della notte, con un'adesione «totale», secondo i sindacati e al 50 per cento, secondo l'azienda
POTENZA - Per la seconda domenica consecutiva, i lavoratori dello stabilimento Fiat di Melfi (Potenza) si sono astenuti dal turno della notte - con un'adesione «totale», secondo i sindacati e al 50 per cento, secondo l'azienda - per protestare contro la nuova organizzazione dei turni per la produzione della nuova Punto.
Nel pomeriggio, intanto, all'Assindustria di Potenza, riprenderà la trattativa - interrotta nella notte tra il 16 e 17 settembre - tra l'azienda e i sindacati. La Fiat ha deciso il ritorno ai 18 turni (fino allo scorso 17 settembre se ne facevano 15), che comporta il rientro in fabbrica la domenica sera alle ore 22, mentre i sindacati si sono detti disponibili ad accettarne 17, permettendo ai dipendenti di riprendere a lavorare il lunedì mattina alle ore 6.
Nella notte, davanti ai cancelli dello stabilimento lucano, si è tenuto un presidio, a cui hanno partecipato anche il segretario generale della Fiom-Cgil, Gianni Rinaldini e i segretari nazionali della Fim-Cisl e Uilm Bruno Vitali e Eros Panigali. Stamani, inoltre, a Rionero in Vulture (Potenza) si sono riuniti i delegati regionali della Basilicata della Fiom-Cgil.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione