Cerca

Stime a rialzo per il Fmi

La previsione è stata ricalcolata, secondo quanto si apprende da fonti del Fondo Monetario da Washington, tenendo conto del buon dato del secondo trimestre reso noto dall'Istat l'11 agosto. Le previsioni del Fondo risultano quindi ora uguali a quelle del governo italiano
ROMA - Il Fmi ha rivisto al rialzo la stima della crescita del pil italiano di quest'anno portandola a zero dalla contrazione dello 0,3% che era stata resa nota da indiscrezioni giornalistiche venerdì. La previsione è stata ricalcolata, secondo quanto apprende da fonti del Fondo Monetario da Washington, tenendo conto del buon dato del secondo trimestre reso noto dall'Istat l'11 agosto. Il dato potrebbe avere un effetto di miglioramento anche sul 2006, per il quale il Fmi stimava una crescita dell'1,5%.

Secondo quanto spiegano da Washington, i dati resi noti dal sito internet del Financial Times Deutschland venivano da una bozza del World Economic Outlook vecchia di un paio di settimane e in quanto elaborata ai primi di agosto non teneva conto del dato del pil del secondo trimestre pubblicato dall'Istat l'11, una crescita dello 0,7% rispetto ai tre mesi precedenti, il maggior incremento dagli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001. I dati del Weo, si precisa dal Fondo, sono provvisori fino alla pubblicazione alle riunioni di fine settembre e vengono costantemente aggiornati e per quanto riguarda l'Italia questo è avvenuto sempre venerdì.

Le previsioni del Fondo risultano quindi ora uguali a quelle del governo italiano, che nel Dpef aveva ridotto la previsione di crescita per il 2005 a zero e aveva indicato quella per il 2006 all'1,5%. Ma non è escluso che nella versione finale del Weo quest'ultimo dato non risulti lievemente migliore per un effetto di trascinamento positivo frutto del passaggio da -0,3% a zero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400