Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 14:26

Cresce il Pil, è la prima volta dal 2001

Secondo previsioni Istat il prodotto interno lordo italiano destagionalizzato e corretto per giorni lavorativi, è salito nel secondo trimestre 2005 dello 0,7% rispetto al primo trimestre dell'anno
• Il ministero del Tesoro: un dato oltre le aspettative che ora va consolidato • Pezzotta: da Istat segnali di stabilità, non di ripresa
• Petrolio in impennata sfonda i 65 dollari al barile. Benzina a nuovi record
ROMA - Il Pil italiano, destagionalizzato e corretto per giorni lavorativi, è salito nel secondo trimestre 2005 dello 0,7% rispetto al primo trimestre dell' anno. Si tratta dell' incremento maggiore dal primo trimestre 2001, cioè da prima dell'11 settembre. Lo annuncia l'Istat precisando che in base alle stime preliminari il pil è salito dello 0,1% rispetto allo stesso trimestre del 2004.

Il Pil acquisito per il 2005 - stimano i tecnici dell'Istat - dovrebbe quindi collocarsi ad un -0,1%. Mentre i dati di conferma definitiva del secondo trimestre, saranno resi noti il prossimo 9 settembre.
Per ciò che riguarda le stime di questo secondo trimestre, i tecnici dell'Istituto nazionale di statistica valutano che il risultato congiunturale sia la sintesi di un aumento del valore aggiunto dell'industria e dei servizi e di una sostanziale stazionarietà dell'agricoltura. Il secondo trimestre del 2005 - spiegano ancora - ha avuto una giornata lavorativa in più rispetto al trimestre precedente e lo stesso numero di giornate lavorative del secondo trimestre 2004.
In termini di confronto con i dati degli altri paesi maggiormente industrializzati, l'Istat segnala che nel primo trimestre il Pil è cresciuto in termini congiunturale dello 0,8% negli Usa e dello 0,4% nel Regno Unito. In termini tendenziale, il Pil è cresciuto del 3,6% negli Stati Uniti e dell'1,7% nel Regno Unito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione