Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 04:20

«Non sto scalando il Corriere della Sera»

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, smentisce la sua partecipazione alla cordata Rcs e prende anche le distanze da uno degli «scalatori». Il banchiere d'affari Aldo Livolsi? «Lavorò un tempo con me ma oggi lavora per sè e per la sua banca d'affari», ha spiegato il premier
ROMA - «Mi sembra impossibile che si cerchi di costruire sul nulla un castello di fantasie e di menzogne come quello che si vede in questi giorni sui quotidiani, a proposito di una presunta, del tutto inesistente mia partecipazione ad una scalata a Rcs». E' quanto dichiara il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. «Altrettanto impossibile mi sembra che si cerchi di assumere come indizio di una mia partecipazione la presenza di un banchiere d'affari come Aldo Livolsi che lavorò un tempo con me ma che oggi lavora per sè e per la sua banca d'affari -prosegue la nota di Berlusconi- So bene che la professionalità dei giornalisti è in grado di discernere tra verità e fantasia, e perciò viene legittimo chiedersi: chi e perchè ha organizzato e sta organizzando tutto questo? Ma gli italiani hanno buon senso e sanno distinguere tra chi vive di intolleranza, di invidia e di odio pescando nel torbido e chi invece è capace di conservare sempre e comunque la sua serenità e il suo equilibrio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione