Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 20:47

Lunedì voli Alitalia a terra

Per lo sciopero indetto da hostess e steward. Bloccati gli aerei in partenza da Roma e Milano per 24 ore, si chiede maggiore incolumità e sicurezza
hostess AlitaliaFIUMICINO (ROMA) - Tutela dell'incolumità e della sicurezza degli assistenti di volo dell'Alitalia: la chiede il Sult (Sindacato unitario lavoratori trasporto) che, per questo, ma non solo, ha confermato per domani lo sciopero di 24 ore che riguarderà tutti i voli in partenza da Roma e Milano (Linate e Malpensa) e per il quale la compagnia ha già annunciato la cancellazione di 59 voli, di cui 26 nazionali e 33 internazionali.
Tra i motivi della protesta di hostess e steward, si legge in un comunicato del Sult - che lamenta, inoltre, di essere stato escluso dalle trattative in corso tra Alitalia e Cgil,Cisl,Uil,Ugl e Anpav - anche «l'applicazione di norme unilaterali e istituti contrattuali non definiti completamente e/o parzialmente da parte aziendale; la carenza di organici e conseguente e costante partenza di voli con personale ridotto e l'utilizzo al limite dello stress psicofisico del personale precario con contratto a tempo determinato».
Sul fronte degli scioperi, è stato intanto differito al 19 settembre lo stop di 4 ore (dalle 10 alle 14) inizialmente programmato per domani dai piloti Air One aderenti ad Anpac e Up, che, si legge in un comunicato, hanno raccolto l'invito della Commissione di Garanzia di differire ad altra data l'agitazione «a causa della concomitanza con altri scioperi nel settore del trasporto aereo già previsti nello stesso giorno».

SULT: ALITALIA PROGRAMMA VOLI CON EQUIPAGGI RIDOTTI E PERSONALE STAGIONALE
I voli cancellati ieri dall' Alitalia da Fiumicino e Malpensa, fra cui il Roma-Caracas, «non sono la conseguenza di uno sciopero bianco degli assistenti di volo ma della continua programmazione di equipaggi incompleti in violazione delle norme contrattuali». E' quanto afferma il segretario nazionale del Sult Paolo Maras precisando che sul Roma-Caracas l'azienda aveva chiamato in servizio cinque assistenti di volo sugli otto previsti. «I cinque hanno chiesto, nel rispetto del contratto, che si partisse in otto - ha aggiunto Maras - ma l'azienda ha risposto cancellando il volo». Il sindacalista ha poi detto che «ieri l'Alitalia ha assunto, fuori budget e quindi non previsti precedentemente, 60 assistenti di volo a tempo determinato con il chiaro tentativo di sostituire il personale del Sult in sciopero domani». Per domani, infatti, il sindacato ha proclamato una protesta di 24 ore di hostess e steward proprio «contro le continue violazioni contrattuali da parte della compagnia». In conseguenza dello stop, la compagnia ha cancellato 59 voli (26 nazionali e 33 internazionali).
Maras ha rilevato che «qualunque tentativo di attribuire agli assistenti di volo la responsabilità dei disagi subiti dagli utenti» (come quelli dei 170 passeggeri del volo Roma-Caracas, tutto pieno e previsto solo il mercoledì e il sabato) viene respinto dal Sult «con massima decisione e determinazione». Secondo il sindacalista, «sembra che la preoccupazione principale dell'Alitalia sia piuttosto quella di tentare di vanificare lo sciopero di domani nel tentativo disperato di dimostrare che la situazione è sotto controllo». A sostegno di questa ipotesi, Maras ha infine rilevato che «se l'azienda temeva una situazione di criticità» per l'insufficienza di personale di cabina a causa delle ferie, «avrebbe assunto prima i 60 stagionali e non proprio alla vigilia dello sciopero».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione