Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 14:55

Industria: ad aprile in 13.000 perdono il lavoro

Emerge dagli ultimi dati dell'Istat sull'occupazione nelle aziende private, non agricole, che impiegano almeno cinquecento dipendenti. Complessivamente i posti di lavoro persi, al netto delle 6.000 assunzioni nelle grandi imprese dei servizi, sono dunque 7.000
ROMA - Sono stati persi 7.000 posti di lavoro nelle grandi imprese ad aprile. Emerge dagli ultimi dati dell'Istat sull'occupazione nelle aziende private, non agricole, che impiegano almeno cinquecento dipendenti. La perdita dei 7.000 posti deriva da una flessione nell'industria di 13.000 occupati rispetto all'aprile del 2004 e di un aumento nei servizi di 6.000 unità. Complessivamente rispetto ad aprile del 2004 l'occupazione è diminuita del dello 0,3% al lordo della cassa integrazione guadagni (cig) e dello 0,2% al netto della cig. In termini congiunturali, la variazione è cresciuta dello 0,1% se non si considerano gli effetti della stagionalità mentre al netto della cig la variazione è stata nulla.
Per quanto riguarda l'industria, rispetto a marzo l'occupazione è scesa dello 0,1% al netto della stagionalità mentre è rimasta invariata escludendo i dipendenti in cig. La variazione annua è stata di -1,7%.
Nelle grandi imprese dei servizi l'indice ha registrato (al netto della stagionalità) una variazione congiunturale dello 0,1% mentre al netto della cig la variazione è stata nulla.
La corrispondente variazione tendenziale dell'indice è stata dello 0,5%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione