Cerca

Montezemolo: indispensabile coesione sociale

Il presidente di Confindustria partecipando all'assemblea di Federchimica ha voluto sottolineare diversi aspetti positivi che a suo avviso oggi sono presenti nel paese ma anche aspetti negativi. Una boccata di ossigeno per le aziende il superdollaro. Bene gli accordi con la Cina
Luca Cordero di Montezemolo MILANO - Il presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo, arrivando a Milano per partecipare all'assemblea di Federchimica ha voluto sottolineare diversi aspetti positivi che a suo avviso oggi sono presenti nel paese ma anche aspetti negativi. Per la prima categoria ha detto: «mi sembra che nel paese stia emergendo fortemente la necessità di interventi strutturali decisi, concorrenza, liberalizzazione, meritocrazia e università. Finita la campagna elettorale eterna - ha proseguito il presidente di Confindustria - servono interventi fondamentali per semplificare e delegiferare, provvedimenti che possono avvenire a costo zero».
Tra gli elementi negativi, invece, Montezemolo ha evidenziato: «il debito pubblico che cresce, la recessione e la grande crisi industriale, nonchè i fenomeni del sommerso e dell'evasione fiscale. Per questo - ha concluso - è fondamentale una coesione civile che permetta alle forze migliori di operare».

CRESCE NECESSITA' INTERVENTI STRUTTURALI FORTI
«Delegificare, liberalizzare e semplificare non costa niente, sono riforme importantissime a costo zero».
«Nel Paese - ha spiegato - sta emergendo fortemente il tema della necessità di interventi strutturali forti sulla concorrenza, sulla liberalizzazione, sulla meritocrazia e sull'università». «Finite le campagne elettorali eterne - ha proseguito - serve un intervento fondamentale sulla semplificazione».

SUPER DOLLARO OSSIGENO PER AZIENDE
«Un'altra notizia positiva per l'Italia è l'euro più debole rispetto al dollaro». Secondo il leader confindustriale «l'euro più debole sul dollaro sarà ossigeno psicologico oltre che reale per le imprese italiane».

BENE ACCORDO CON CINA, ORA CALZATURE
«Credo che il futuro passi per gli accordi bilaterali e dopo l'accordo raggiunto con la Cina per il tessile ora tocca alle calzature». Così il presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo, al suo arrivo a Milano per partecipare all'assemblea di Federchimica, ha commentato l'accordo raggiunto la settimana scorsa con il Paese asiatico. «Questo accordo - ha proseguito Montezemolo - ci dà la possibilità, da qui al 2008, di fare investimenti, modernizzazioni e maggiori specializzazioni delle nostre imprese ma, dopo si va a competere in campo aperto. Per questo nei tre anni che abbiamo davanti bisogna lavorare fortissimo ma credo anche che l'accordo fatto sia positivo e che la Cina possa essere un mercato di sbocco fondamentale per le nostre aziende per i prossimi 20-30 anni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400