Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 15:02

Scalata a Rcs - Ricucci convocato in Consob

L'imprenditore, che ufficialmente già detiene il 15,1% del capitale del gruppo editoriale, vuole salire presto al 20% e non ha escluso un'Opa. I giornalisti del Corriere della Sera: vogliamo chiarezza
ROMA - E' durato circa un'ora e un quarto l'incontro tra Stefano Ricucci e i vertici della Consob.
All'uscita, l'immobiliarista romano non ha voluto chiarire il motivo del colloquio, ma si è limitato ad affermare che la riunione è andata «benissimo». E' comunque presumibile che i commissari abbiano chiesto al finanziere chiarimenti sulla scalata in corso a Rcs. Ieri, l'imprenditore, che ufficialmente già detiene il 15,1% del capitale del gruppo editoriale, ha annunciato l'intenzione di salire presto fino al 20% e non ha escluso la possibilità di lanciare un'Opa.
CDR CORSERA: FARE CHIAREZZA PUBBLICA SU RICUCCI DOPO CONVOCAZIONE IMMOBILIARISTA IN CONSOB
I giornalisti del Corriere della Sera «da sempre hanno fatto della trasparenza una bandiera da difendere a qualunque costo: si attendono perciò che, anche grazie all'intervento delle autorità competenti, sia fatta piena chiarezza pubblica sulla vicenda che presenta ancora troppi e fondamentali punti interrogativi».
E' quanto afferma il cdr del Corsera in una nota sulla convocazione in Consob di Stefano Ricucci, primo azionista singolo di Rcs MediaGroup con il 15,1% del capitale e l'intenzione dichiarata di raggiungere il 20% in breve tempo senza escludere l'eventualità di lanciare un'Opa sul gruppo che controlla anche il quotidiano di via Solferino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione