Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 08:44

Cciaa di Bari: 300mila euro per aziende più sicure

Lo prevede una iniziativa che vuole mobilitare le associazioni di categoria nella lotta al crimine e alla illegalità. Il bando camerale prevede un contributo fino al 60% dell'importo complessivo delle spese sostenute per impianti di sicurezza anticrimine
BARI - Uno stanziamento di 300mila euro a disposizione delle 133mila imprese che operano in provincia di Bari affinchè possano dotarsi di impianti di sicurezza adeguati. Lo prevede una iniziativa che vuole mobilitare le associazioni di categoria nella lotta al crimine e alla illegalità: la promuove la Camera di Commercio di Bari il cui presidente, Antonio Laforgia, ha spiegato oggi ai giornalisti le modalità di questo ulteriore supporto alle imprese. «In un momento congiunturale difficile - ha detto Laforgia - le istituzioni tutte insieme devono sostenere e supportare le imprese con iniziative che possano consentire a queste ultime di recuperare fiducia, tranquillità, collaborazione».

Il bando camerale è il secondo dopo quello del 2003 e prevede un contributo fino al 60% dell' importo complessivo delle spese sostenute per impianti di sicurezza anticrimine; il periodo coperto va dal primo gennaio al 30 settembre 2005 ed il massimo del contributo dovrà ammontare a 2.500 euro».
Se noteremo che la mole della domande ecceda di molto le risorse a disposizione - ha aggiunto Laforgia - non escludo che la giunta camerale possa deliberare un ulteriore stanziamento». «Inoltre proprio nell' ambito della lotta alla criminalità - ha detto ancora Laforgia - è in fase concertativa quella consulta della legalità che intendiamo porre in essere in accordo con le altre istituzioni».

Novità di questo bando è il collegamento dei sistemi di sicurezza con le centrali delle forze dell'ordine, proprio per instaurare un rapporto diverso tra imprenditori e forze di polizia. Inoltre la Camera di Commercio sta procedendo - è stato detto oggi - a mettere a punto convenzioni con gli istituti di vigilanza privati in una «forma combinata», che coinvolge cioè gruppi di commercianti della stessa strada, soprattutto nelle zone periferiche o nelle aree industriali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione