Cerca

Acqua calda gratis? Con l'energia solare si può!

Questa tecnologia è sul mercato da oltre 50 anni e ha raggiunto una maturità e un'affidabilità che unite alla semplicità della sua gestione ne fanno una fonte di energia davvero poco costosa. Un bando della Regione Puglia
Acqua calda gratis? Grazie ai contributi per l'installazione dei collettori solari termici questo è oggi possibile …quasi alla lettera. Questa tecnologia è sul mercato da oltre 50 anni e ha raggiunto una maturità e un'affidabilità che unite alla semplicità della sua gestione ne fanno una fonte di energia davvero poco costosa. Le oscillazioni dei prezzi del petrolio, che ultimamente sono in continuo rialzo, rendono in prospettiva questi impianti un ottimo investimento anche in termini di sicurezza oltre che di economicità dell'approvvigionamento di energia. I collettori o pannelli solari sono infatti in grado di raccogliere e immagazzinare l'energia solare, la più importante fonte di energia oggi (e da sempre) sul pianeta, assolutamente gratuita e perenne, il cui uso non genera sostanzialmente alcun impatto ambientale. Non si deve quindi trascurare che con il loro uso, si da una mano, un piccolo quotidiano contributo, alla riduzione dell'inquinamento globale e al temutissimo effetto serra oltre che, ovviamente, al proprio portafoglio.

Allora ben vengano gli incentivi, statali e regionali che siano, per l'installazione di collettori solari termici per smuovere un mercato che in Italia non decolla (sebbene in Germania, come in Grecia, il loro uso è molto più diffuso). In questo caso l'incentivo si deve all'amministrazione locale infatti il bando è stato recentemente pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. Il bando è specificatamente diretto alla concessione ed erogazione di un contributo per la realizzazione di impianti solari termici per la produzione di calore a bassa temperatura, integrati o meno al proprio impianto di riscaldamento aziendale o industriale. Il contributo è concesso in conto capitale, nella misura massima del 50% del costo d'investimento ammesso, esclusivamente per gli interventi avviati successivamente alla presentazione della domanda di contributo ed è rivolto esclusivamente a favore di imprese che installino un impianto da 20 mq minimo (indicativamente 10-15 pannelli).

Possono presentare domanda di contributo tutti i soggetti imprenditoriali privati in qualità di proprietari della struttura edilizia dove si riferisce l'intervento. Il finanziamento viene accordato secondo la disciplina "de minimis" di cui al Regolamento (CE) n. 69/2001 della Commissione del 12 gennaio 2001 relativo agli aiuti di importanza minore ("de minimis") in G.U.C.E. L. 10 del 13 gennaio 2001, che prevede il divieto di cumulo con qualsiasi altro contributo pubblico non autorizzato dall'U.E. eccedente l'importo massimo di 100.000 Euro per un periodo di tre anni a decorrere dal primo aiuto "de minimis".

Ai fini di un corretto dimensionamento dell'impianto, che potrebbe consentire consistenti risparmi tanto sulla eventuale bolletta elettrica quanto sul gasolio ma anche sul metano, si consiglia di rivolgersi ad un tecnico di fiducia. In particolare i pannelli solari termici risultano oltremodo economici per le imprese che utilizzano ingenti quantitativi di acque a media o anche alta temperatura nel loro processo: queste imprese non dovrebbero sottovalutare le potenziali economie realizzabili attraverso questi impianti alle favorevoli condizioni di irraggiamento esistenti in tutta la Regione Puglia. Si ritiene che traggano il massimo vantaggio le imprese agro-alimentari (conserviere, caseifici, imbottigliatori, ecc.) ma anche le imprese ricettive come alberghi e campeggi, o quelle dedite alla gestione del tempo libero come palestre e piscine o comunque quelle imprese con un processo produttivo che preveda un certo uso di acqua calda.
Le domande possono essere presentate a partire dal 21 maggio 2005, esclusivamente per posta in busta raccomandata con avviso di ricevimento. Se siete interessati è opportuno attivarsi velocemente, si teme che i fondi messi a disposizione vadano esauriti in pochi giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400