Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 15:02

Istat: pesa il caro-greggio in un anno benzina +8,4%

L'inflazione cresce dell'1,9%. I tecnici dell'Istat spiegano che l'impatto della dinamica dei prezzi dei prodotti energetici è infatti di quattro decimi di punto sul dato tendenziale: vale a dire che senza il caro greggio l'inflazione sarebbe all'1,5%
• Coldiretti: +13% per il gasolio agricolo
• L'Authority per l'energia: dal 1° aprile aumenta il costo di luce e gas, per un totale di 19 euro in più per famiglia
Pompa di benzina ROMA - A marzo pesa il caro-greggio. I tecnici dell' Istat spiegano che l' impatto della dinamica dei prezzi dei prodotti energetici è infatti di quattro decimi di punto sul dato tendenziale: vale a dire che senza il caro greggio l' inflazione sarebbe all' 1,5%.
I prodotti energetici (che si scaricano in particolare su casa e trasporti) sono infatti aumentati dell' 1,5% rispetto a febbraio e del 6,9% su marzo 2004. In particolare, la benzina registra un rincaro del 2,5% in un solo mese e dell' 8,4% rispetto all'anno scorso.

A MARZO INFLAZIONE FERMA ALL'1,9%
A marzo marzo l'inflazione in Italia si è mantenuta stabile registrando un tasso di crescita annua del +1,9%, lo stesso livello di gennaio e febbraio. Su base mensile , invece, l'indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,3%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione