Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 22:17

Berlusconi: «95 euro in più per gli statali»

In merito all'aumento economico nei confronti degli statali il ministro dell'Economia e delle Finanze, Domenico Siniscalco non entra nei dettagli «Ho sentito Berlusconi parlare di 95 euro che sono esattamente quelli stanziati per la Finanziaria 2005». Pezzotta: «La trattativa dell'elastico non serve e non mi piace»
ROMA - «Ho sentito parlare di una chiusura del contratto del pubblico impiego a 100 euro, ma non credo che ciò sia possibile: il governo intende portare a 95 l'aumento»: lo ha affermato Silvio Berlusconi, ospite di «Radio anch'io» che ha escluso che il governo «abbia la possibilità di reperire ulteriori risorse», in merito al contratto degli statali.

SINISCALCO, 95 EURO QUELLI STANZIATI DA FINANZIARIA - In merito all'aumento economico nei confronti degli statali il ministro dell'Economia e delle Finanze, Domenico Siniscalco non entra nei dettagli. «C'è un dibattito in corso anche all'interno della maggioranza - ha sottolineato Siniscalco parlando con i giornalisti a Torino a margine di un convegno - ho sentito Berlusconi parlare di 95 euro che sono esattamente quelli stanziati per la Finanziaria 2005».

PEZZOTTA, TRATTATIVA DELL' ELASTICO NON CI PIACE - «La trattativa dell'elastico non serve e non mi piace» ha commentato Savino Pezzotta, segretario generale Cisl, apprendendo dell' intervento, questa mattina a «Radio anch'io», di Silvio Berlusconi in cui il premier diceva che le cifra disponibile per l' accordo sul rinnovo del contratto per l' impiego pubblico era scesa da 100 a 95 euro.
«Sarebbe meglio si mettessero d' accordo, credo sia inutile andare avanti con un dibattito sui giornali - ha detto Pezzotta a margine della presentazione di un libro a Lecco -. Mi sembra contraddittorio e crea più confusione che chiarezza».
«Sarebbe bene che il governo facesse una cosa più semplice, che convocasse le parti e si mettesse a discutere con ragionevolezza perché questo andare avanti e indietro non mi piace, questa trattativa dell' elastico non serve perché alla fine l'elastico può anche rompersi», ha aggiunto Pezzotta.
L'appuntamento elettorale, secondo il segretario generale Cisl, non è un paletto, prima o dopo le elezioni non importa: «dico solo di fare in fretta, chiedo al governo, che non mi sembra sia in campagna elettorale, di convocare un incontro stringente nel più breve tempo possibile perché sono quindici mesi che siamo in attesa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione