Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 13:08

Via libera alla fusione tra Lufthansa e Swiss

Il progetto, che ha ricevuto il via libera dal consiglio di sorveglianza della Lufthansa, del cda di Swiss e degli azionisti di riferimento della compagnia aeree elvetica, «è stato messo a punto congiuntamente dai due vettori»
ROMA - Via libera alla fusione tra Lufthansa e Swiss. I consigli di amministrazione delle due compagnie hanno approvato il piano di integrazione. Ad annunciarlo sono le due aviolinee in una nota.
Il progetto, che ha ricevuto il via libera dal consiglio di sorveglianza della Lufthansa, del cda di Swiss e degli azionisti di riferimento della compagnia aeree elvetica, «è stato messo a punto congiuntamente dai due vettori» e sarà firmato questa sera a Zurigo dal numero uno di Lufthansa Wolfgang Mayrhuber e dal presidente della direzione generale di Swiss Christoph Franz.
«La confederazione elvetica, il cantone di Zurigo e altri azionisti di riferimento -si legge nella nota di Swiss- sostengono la transazione». Ad oggi a favore dell'integrazione si sono pronunciati gli azioni che detengono l'80% del capitale sociale. L'integrazione tra la compagnia tedesca e quella svizzera permetterà di «sviluppare importante sinergie al livello delle entrate e delle spese che permetteranno progressivamente da qui al 2007 di risparmiare ogni anno circa 160 milioni di euro (circa 250 mln di franchi svizzeri).
Il progetto di integrazione, sottolinea Swiss in una nota, «prevede che Swiss disponga di una larga autonomia in quanto operatore aereo. La direzione e la sede rimarranno in Svizzera e Swiss manterrà la propria flotta ed equipaggi e sarà gestita come un centro di profitto all'interno del gruppo Lufhtansa». La compagnia elvetica «conservando il suo marchio, coltiverà i suoi punti forti e continuerà ad estendere il suo raggio d'azione sul mercato svizzero» e «disporrà di una rete aerea internazionale adeguata alle richieste e una piattaforma intercontinentale a Zurigo. Lufthansa aumenterà la flotta lungo-raggio di Swiss di due unità se le condizioni economiche lo permetteranno».
L'acquisizione di Swiss da parte di Lufthansa sarà realizzata in più tappe. In un primo tempo, Lufthansa acquisterà ad AirTrust, una società svizzera costituita per l'occasione, l'11% del capitale sociale della compagnia elvetica. Dopo il via libera dell'Antitrust la quota di Lufthansa salirà fino al 49% e dopo il disco verde sui diritti di traffico, la compagnia tedesca salirà al 100%. Tramite AirTrust Lufthansa farà probabilmente un offerta di acquisizione agli azionisti di Swiss che detengono il capitale residuo a maggio. Il prezzo dell'acquisto totale di Swiss, si legge nella nota, si attesterà a 300 milioni di euro (460 mln di franchi svizzeri).
Con l'integrazione con Lufthansa «Swiss -sottolinea Franz- sarà ancora più efficace nell'assumere a lungo termine la sua funzione che consiste nel collegare la Svizzera al resto del mondo. La sua attrazione per i passeggeri sarà rafforzata dalla moltiplicazione delle destinazioni che Lufthansa collega, dall'armonizzazione degli orari delle due compagnie e dall'accesso ai salotti privati della compagnia tedesca e dei suoi partner». Lo sviluppo di Swiss, sottolinea Franz, «dipende tuttavia dalla riduzione dei costi. Swiss deve diventare competitiva».
Le misure di ristrutturazione annunciate a gennaio scorso, sottolinea Franz, «saranno quindi applicate come previsto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione