Cerca

Stipendi galoppano oltre l'inflazione

Nel 2004 le retribuzioni lorde sono cresciute del 2,9%, registrando il maggior incremento dal 2001 (che si era chiuso con un +3%). Lo rende noto l'Istat, ricordando che lo scorso anno il tasso di inflazione si è attestato al 2,2%
ROMA - Nel 2004 le retribuzioni lorde sono cresciute del 2,9%, registrando il maggior incremento dal 2001 (che si era chiuso con un +3%). Lo rende noto l'Istat, ricordando che lo scorso anno il tasso di inflazione si è attestato al 2,2%. Nel solo quarto trimestre le retribuzioni lorde hanno segnato un incremento del 2,3% rispetto allo stesso periodo del 2003, e dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti.

Il +2,9% segnato dalle retribuzioni lorde per unità di lavoro equivalenti a tempo pieno nel 2004 è la risultante del +3,6% segnato dall'industria e dal +2% registrato nei servizi. All'interno del comportato industriale il maggior aumento delle retribuzioni è stato segnato dalle attività manifatturiere, salite del 4,1%. All'interno del settore dei servizi, invece, è la voce alberghi e ristoranti a registrare la variazione maggiore (+3,7%).
Per quanto riguarda il solo quarto trimestre 2004, l'Istat segnala che il tasso di crescita tendenziale delle retribuzioni è stato del 3,1% nel complesso dell'industria e dell'1,5% nei servizi. Al netto degli effetti stagionali, l'incremento rispetto al trimestre precedente è stato dello 0,6% nell'industria e dello 0,4% nei servizi. Nel settore industriale l'incremento tendenziale più marcato delle retribuzioni è stato registrato nel settore delle costruzioni (+4,7%). «Un risultato particolare si ha per la produzione di energia elettrica, gas ed acqua - spiegano i tecnici dell'Istat - nel quarto trimestre 2004, infatti, si registra una variazione negativa delle retribuzioni pari al 2,2%, dovuta al fatto che il confronto con il quarto trimestre 2003 è particolarmente favorevole in quanto caratterizzato da forti incentivi all'esodo». Nel terziario, invece, la crescita tendenziale delle retribuzioni più marcata si è registrata nei settori del commercio e riparazione di beni di consumo (+3,6%). Nel settore dell'intermediazione monetaria e finanziaria, al contrario, si è verificata una riduzione delle retribuzioni (-0,4%), dovuto sostanzialmente ad assenze non retribuite per scioperi legati al rinnovo del contratto di lavoro di categoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400