Cerca

Piovono multe sui vertici delle banche italiane

Sanzioni pecuniarie comminate dal ministero del Tesoro per dieci banche attive nel collocamento di bond Cirio. Riguardano esponenti del mondo finanziario all'epoca componenti dei consigli di amministrazione delle banche; tra gli altri Colaninno, Tronchetti Provera, Pininfarina. Gli importi sfiorano i 53mila euro
ROMA - Sono arrivate le sanzioni pecuniarie per i vertici di dieci banche attive nel collocamento di bond Cirio (e per Banca Intesa anche per i tango bond). Le ha comminate il ministero del Tesoro per importi che arrivano a sfiorare i 53mila euro, come nel caso dell'ex numero uno del Sanpaolo Imi, Rainer Masera, per alcune singole contestazioni. Le multe riguardano anche molti esponenti del mondo finanziario, che all'epoca delle operazioni, erano componenti dei consigli di amministrazione delle banche, come, tra gli altri, Roberto Colaninno, Marco Tronchetti Provera, Sergio Pininfarina. L'entità delle multe è segnalata nel bollettino Consob. Tra i colpiti anche l'ex presidente della Commissione Enzo Berlanda.
La decisione del Tesoro, a cui spetta formalmente l'applicazione delle sanzioni che sono state proposte dalla Consob che ha svolto l'istruttoria, riguarda nel dettaglio i componenti del board della ex Banca di Roma, di Carifirenze, Ambroveneto-Cariplo e Comit oggi tutte confluite in Banca Intesa, Unicredit (Crt), Banca Popolare di Ancona, Sanpaolo Imi, Banca Agricola Mantovana, Credem, Antonveneta, Bnl. «Considerato alla luce degli atti acquisiti - è scritto nel provvedimento - e valutata ogni circostanza di rilievo, di poter condividere quanto rappresentato dalla Consob». Conseguentemente, viene spiegato, le autorità competenti «hanno ritenuto di poter procedere all'applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie, nei termini di cui alla proposta, la quale tiene conto della gravità obiettiva di ciascuna infrazione accertata, della carica sociale ricoperta da ciascun esponente e della permanenza nella stessa e dell'eventuale ravvedimento operoso».
Le sanzioni inflitte ai singoli amministratori vedono obbligata in solido la banca a cui, infatti, è stata inoltrata l'ingiunzione di pagamento.
Complessivamente le multe proposte dalla Consob e approvate dal Tesoro al termine dell'istruttoria sulle dieci banche che hanno collocato i bond Cirio ammontano a circa 10,6 milioni di euro. L'indagine, partita nella primavera del 2003, dopo gli accertamenti preliminari, si è concentrata su dieci istituti di credito, rappresentativi dei due terzi del mercato.
Anche Calisto Tanzi è stato multato in merito alle irregolarità riscontrate dalla Consob sul collocamento di bond Cirio. In qualità di consigliere d'amministrazione della Banca di Roma ha ricevuto una sanzione di 25.300 euro e un'altra da 22.700 euro per la carica di amministratore Comit ricoperta tra il 12 novembre 1999 e il 30 aprile 2001. L'ex patron Parmalat è inserito in una fila lunghissima di esponenti del mondo bancario e industriale italiano. Da Luigi Arcuti, allora presidente del Sanpaolo (multa di 37.200 euro) a Rainer Masera, Ad dell'istituto torinese (sanzione di 52.600 euro), a Gabriele Galateri (Sanpaolo, 44.800 euro), Alfonso Iozzo (38.600) e Luigi Maranzana (anche lui al top con 52.600 euro). Per il Credem le multe sono arrivate, tra gli altri, a Fabio Arpe e Tancredi Bianchi, ex presidente Abi, per la banca Popolare di Ancona all'ex presidente della Consob Enzo Berlanda. Per Unicredit le multe sono arrivate ai vertici (Alessandro Profumo 33.300), a Gian Maria Gros-Pietro (35.700) e all'ex segretario liberale Valerio Zanone (27.100). Per l'ex Banca di Roma sono stati sanzionati, tra gli altri, Cesare Geronzi (39.800 euro), Alfio Marchini (27.300) e Carlo Salvatori (34.400). Quest'ultimo ha collezionato più sanzioni singole, anche come amministratore di Comit, Ambroveneto e Cariplo. Tra gli altri multati, Luigi Abete (34.600 euro), Davide Croff, Pier Luigi Fabrizi, Giovanni Zonin, Alessandro e Gilberto Benetton (Bnl il primo, Antonveneta il secondo), Giovanni Bazoli (31.700 e Corrado Passera (29.300), Roberto Colaninno (Bam).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400