Cerca

Alitalia/Contratti - Trattative al palo: scioperi

Lunedì fermi per 24 ore gli assistenti di volo del Sult. Cancelleti 90 voli da Roma e Milano. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Anpav minacciano di «aumentare il conflitto» se non si trova un accordo con l'azienda
ROMA - Inizio di settimana difficile per i trasporti. Per la giornata di domani, a causa dello sciopero di 24 ore degli assistenti di volo del Sult, Alitalia cancellerà 90 voli (28 nazionali, 50 internazionali, 12 intercontinentali) in partenza dagli scali di Roma e Milano. Ma c'è il rischio che nei prossimi giorni i disagi per l'utenza aumentino e il clima in azienda si surriscaldi ulteriormente dopo la minaccia di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Anpav di «aumentare il conflitto» dopo l'ennesimo fallimento della trattativa per definire il rinnovo contrattuale.
Secondo qualche sindacalista, soltanto un intervento diretto del numero uno della compagnia, Giancarlo Cimoli, potrebbe governare la situazione e consentire la chiusura della vertenza, superando quella che i sindacati avvertono come una spaccatura nella dirigenza che sta prolungando lo stallo della trattativa.
Lunedì prossimo, il Sult gioca il suo secondo sciopero di 24 ore (il pacchetto ne prevede quattro). Per fronteggiarlo, l'azienda sta elaborando un operativo tale da cancellare il minor numero di voli possibile mettendo in servizio hostess e steward che non aderiscono al Sult. «Un gravissimo comportamento antisindacale», secondo il sindacato, perchè «discrimina i singoli lavoratori». La protesta potrebbe avere il sostegno di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Anpav, che hanno deciso di prolungare sino al 26 febbraio su tutti i voli lo «sciopero del panino», con il rifiuto del personale di cabina di servire snack e bevande a bordo. Dopo l'ennesimo fallimento della trattativa sugli assistenti di volo e il rinvio a lunedì pomeriggio, le cinque sigle sindacali giocano al rialzo e annunciano che utilizzeranno «tutti gli strumenti a disposizione e tutte le occasioni di conflitto, di scioperi di ogni genere, di manifestazioni, da qualunque parte essi vengano messi in campo».
Intanto sulla categoria pende il peso dei 900 esuberi che dovrebbero essere sbloccati, secondo quanto annunciato da Cimoli, a fine mese con il provvedimento del Welfare sul Fondo per l'integrazione al reddito dei dipendenti, dal primo marzo parte il nuovo operativo dell'Alitalia con il trasferimento di 700 hostess e steward alla base di Malpensa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400