Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:54

Ue - Entra in vigore nuova "Carta" dei diritti dei passeggeri

L'Europa vuole far dimenticare che «nel 2004 cinque milioni di bagagli sono stati perduti o danneggiati dalle compagnie europee mentre nel 2002 sono stati 250.000 i viaggiatori vittime di rifiuto di imbarco o di overbooking
Da domani entra in vigore una nuova "Carta" dei diritti dei passeggeri che scelgono il trasporto aereo. L'Europa vuole far dimenticare che «nel 2004 cinque milioni di bagagli sono stati perduti o danneggiati dalle compagnie europee mentre nel 2002 sono stati 250.000 i viaggiatori vittime di rifiuto di imbarco o di overbooking.
A Bruxelles il commissario ai trasporti Jacques Barrot ha lanciato la nuova Carta per 590 milioni di viaggiatori europei.
- SCIOPERO, DIRITTO INFORMAZIONE E ASSISTENZA - I passeggeri hanno sempre diritto di essere assistiti o di essere informati, anche in caso di circostanze eccezionali come scioperi e allarmi per la sicurezza. Al contrario nebbia, pioggia, tempesta o neve solo in casi rari sono da considerare circostanze eccezionali.
- RIFIUTO IMBARCO, OVERBOOKING, I RISARCIMENTI - Il passeggero ha diritto ad un risarcimento in funzione della distanza: per esempio per un volo da Torino a Catania (ossia fino a 1500 km) l'indennità passa da 150 a 250 euro, mentre sale da 150 a 400 euro per la tratta da Milano a Mosca (ossia tra i 1.500 e 3.500 km); se poi viene rifiutato l'accesso ad un volo, ad esempio da Roma a Pechino (oltre 3.500 km) l'indennità raddoppia da 300 a 600 euro. Il risarcimento viene dimezzato se il passeggero non subisce ritardi rispettivamente di due, tre o quattro ore.
- CANCELLAZIONE VOLO - Stesso risarcimento, a determinate condizioni, previsto per l'overbooking, oltre a pasti e alloggio se l'alternativa di viaggio è il giorno seguente. Possibilità di rimborso o viaggio verso la destinazione finale a scelta del passeggero. Un vettore non è tenuto al risarcimento se può provare le circostanze eccezionali. L'indennità o il rimborso devono essere versati entro 7 giorni.
- RITARDI IMPORTANTI - Il passeggero ha diritto a pasti, bibite, eventualmente ad un pernottamento in hotel e a dei mezzi di comunicazione. Se il ritardo supera le 5 ore, la compagnia è tenuta a proporre il rimborso del biglietto e, se richiesto, un volo gratuito al luogo di partenza.
- BAGAGLI PERSI, DANNEGGIATI O IN RITARDO - Il passeggero può chiedere fino a 1.200 euro circa (il valore varia essendo calcolato su un paniere di monete) per voli assicurati da compagnie Ue in tutto il mondo.
- MORTI O FERITI PER INCIDENTI - Il passeggero che vola con un vettore europeo in qualunque parte del mondo ha diritto, se resta ferito in un incidente, a ricevere un anticipo per far fronte a spese immediate. In caso di decesso la famiglia ha diritto di citare la compagnia e chiedere un risarcimento.
- OBBLIGHI ANCHE PER VOLI CHARTER E LOW COST - I diritti dei passeggeri devono essere rispettati per tutti i voli effettuati da compagnie europee: charter, regolari, interni, low cost.
Le regole si applicano su tutti i voli che partono o che giungono nell'Ue, effettuati da compagnie europee, e nel caso in cui i passeggeri non abbiamo ricevuto risarcimenti nei paesi terzi. Sono validi anche per biglietti tipo «frequent flyer». I diritti si estendono a compagnie non europee se i voli - charter o regolari - partono da un aeroporto dell'Ue.
- VOLI IN ELICOTTERO - La normativa europea non si applica.
- A CHI RIVOLGERSI - In primo luogo al rappresentante della compagnia che assicura il volo. In caso di mancato rispetto degli obblighi il passeggero può presentare ricorso alla autorità competente che nel caso dell'Italia è l'Ente nazionale per l'aviazione civile a Roma. Un numero verde è a disposizione di tutti gli europei, 0080067891011.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione