Cerca

Fiat e Gm, divorzio da 1,55 mld ?

Dopo il Cda straordinario della Fiat che l'ha ratificato, è stato reso noto il contenuto dell'accordo raggiunto con la General Motors. Il colosso americano pagherà a Fiat 1,55 miliardi di euro per mettere fine al Master Agreement, inclusa l'opzione put, e restituirà a Fiat la quota del 10% che ancora possiede in Fiat Auto. Le joint-venture verranno sciolte ma ci sono accordi su alcune tecnologie diesel (Gm acquisirà il 50% dello stabilimento polacco di Bielsko Biala). • Il ministro del Welfare, Roberto Maroni: accordo positivo • Montezemolo: ottimo auspicio per il futuro • Berlusconi: si aprono nuove prospettive
ROMA - Accordo raggiunto tra Fiat e General Motors. General Motors pagherà a Fiat 1,55 miliardi di euro per risolvere il Master Agreement, inclusa la cancellazione della put option, lo scioglimento di tutte le joint venture e la restituzione a Fiat della partecipazione del 10 per cento di GM nella Fiat Auto Holdings. Secondo l'accordo, GM potrà continuare ad usare alcune tecnologie diesel Fiat e acquisirà una quota del 50 per cento dello stabilimento di Bielsko Biala (Polonia), dove si producono i motori diesel 1,3. I Consigli di Amministrazione di Fiat e General Motors hanno approvato il contratto che definisce la risoluzione del Master Agreement e lo scioglimento delle joint venture tra le due società.
L'accordo, tra l'altro, prevede che: GM pagherà a Fiat 1,55 miliardi di euro, di cui 1 miliardo immediatamente e il rimanente dopo il completamento dello scioglimento delle joint venture, previsto entro 90 giorni; GM restituirà a Fiat la quota del 10 per cento che detiene nella Fiat Auto Holdings; GM deterrà il 50 per cento dello stabilimento di Bielsko Biala (Polonia), che produce motori diesel 1,3, così come il 50 per cento della relativa proprietà intellettuale; GM condividerà la proprietà della tecnologia del motore JTD, e continuerà ad avvalersi per la gran parte delle sue necessità in Europa, dei motori prodotti nello stabilimento Fiat di Pratola Serra. Nonostante la comproprietà della tecnologia JTD la GM non potrà produrre al di fuori dell'Europa motori JTD diesel destinati all'importazione in Europa; Fiat e GM continueranno a sostenere lo sviluppo congiunto delle attuali piattaforme; Fiat continuerà a vendere supporto ingegneristico a GM per lo sviluppo di tecnologie diesel. Lo scioglimento delle joint venture e gli accordi di fornitura saranno effettuati il prima possibile, per evitare ogni potenziale disturbo ai rispettivi business.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400