Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 02:28

Falso in bilancio - La Gdf alla Impregilo

Perquisizioni nella sede della società delle grandi opere. Coinvolti anche Piergiorgio Romiti e Paolo Savona • Il primo gruppo italiano di ingegneria
MILANO - Perquisizioni sono in corso da parte dei militari della Guardia di Finanza di Milano nella sede di Sesto San Giovanni (Milano) e in altri uffici della società Impregilo. L'inchiesta, condotta dal pm di Monza Walter Mapelli, ipotizza le accuse di falso in bilancio, falsa fatturazione e false comunicazioni sociali.
Nell' inchiesta, anticipata dal quotidiano «Il Giornale», e di cui si è avuta conferma stamani, sono coinvolti cinque manager della società, tra i quali Piergiorgio Romiti e Paolo Savona.

Intanto le azioni di Impregilo ordinarie e di risparmio sono state sospese dalle contrattazioni di Piazza Affari in attesa di comunicato. Lo rende noto Borsa Italiana. Ieri la società aveva comunicato, nell' ambito delle attività finalizzate alla preparazione di incontri con alcuni investitori istituzionali, alcuni obiettivi strategici desunti dalle previsioni del piano aziendale 2004-2006. In particolare si affermava che nel triennio è prevista una crescita media annua del risultato operativo nell'ordine del 16-17% e sono previste dismissioni per cassa di circa 300-330 milioni di euro «di cui già un terzo ad oggi realizzate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione