Cerca

Al Sud è corsa a comprar casa

Dagli ultimi dati Bankitalia è il Mezzogiorno a tirare la volata dei mutui casa, con una crescita tra il 31,9% delle regioni continentali e un 37% delle due isole maggiori
ROMA - E' il Mezzogiorno a tirare la volata dei mutui casa: nell'Italia meridionale, e soprattutto nelle due isole, il ritmo di crescita dei debiti contratti dalle famiglie per l'acquisto dell'abitazione è superiore a quello nazionale, che pur si mantiene su livelli elevatissimi.
Dagli ultimi dati Bankitalia, riferiti allo scorso giugno, risulta che i mutui bancari gravano sul bilancio delle famiglie per la cifra record di 136,460 miliardi di euro, in aumento del 26,7% rispetto a un anno prima, quando il volume complessivo si era fermato a quota 107,739 miliardi. Se si considerano anche i mutui agevolati si arriva a quota 138,507 miliardi.

Ebbene, nelle regioni del Sud la crescita si attesta al 31,9% (15,130 miliardi) e nelle isole addirittura al 37,0% (7,343 miliardi) con la Sardegna che mette a segno un +50,0% e la Sicilia +33,2%.
Fra le regioni meridionali spicca anche il risultato della Campania (+37,1%) e della Calabria (+32,5%), mentre in controtendenza risulta la Basilicata con un modesto +17,8%, unica regione del Sud a collocarsi sotto la media nazionale. Il Mezzogiorno si segnala anche per un'altra particolarità: in quest'area è concentrata oltre la metà dei mutui agevolati (1,159 miliardi su 2,047 complessivi).

Quanto al resto d'Italia, i dati contenuti nel Bollettino Statistico di via Nazionale mostrano un aumento superiore alla media nazionale anche nel Nord Est che registra un +27,3% a quota 33,839 miliardi, con un massimo del 29,5% in Emilia Romagna e un minimo del 18,7% in Friuli.
In termini assoluti, le famiglie maggiormente indebitate sono quelle residenti nelle regioni del Nord Ovest (49,055 miliardi), anche se l'aumento a giugno 2004 si colloca al di sotto della media nazionale (+25,5%). Piuttosto fiacca la Liguria (+10,6%), mentre la Lombardia spicca con un +29,1%.
Quanto, infine, al Centro, si tratta dell'area territoriale con la crescita più contenuta (+23,2%) per un ammontare complessivo di mutui pari a 31,094 miliardi di euro. Buono l'incremento delle Marche (+29,9%), mentre il Lazio si limita a +24,7% e l'Umbria addirittura a +13,9%.


MLD DI EURO VARIAZIONE %
ITALIA - 136,460 (+26,7)

NORD OVEST - 49,055 (+25,5)
Piemonte - 11,860 (+22,1)
Val d'Aosta - 0,234 (+25,1)
Liguria - 4,243 (+10,6)
Lombardia - 32,718 (+29,1)

NORD EST - 33,839 (+27,3)
Trentino A. Adige - 2,001 (+21,1)
Veneto - 13,900 (+28,0)
Friuli V. Giulia - 3,259 (+18,7)
Emilia Romagna - 14,678 (+29,5)

CENTRO - 31,094 (+23,2)
Marche - 3,171 (+29,9)
Toscana - 9,969 (+20,1)
Umbria - 1,358 (+13,9)
Lazio - 16,596 (+24,7)

SUD - 15,130 (+31,9)
Abruzzo - 1,977 (+27,9)
Molise - 0,301 (+29,7)
Campania - 6,183 (+37,1)
Puglia - 5,047 (+28,5)
Basilicata - 0,350 (+17,8)
Calabria - 1,272 (+32,5)

ISOLE - 7,343 (+37,0)
Sicilia - 5,497 (+33,2)
Sardegna - 1,846 (+50,0)

(Fonte: Banca d'Italia - Bollettino Statistico III 2004)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400