Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 17:46

Finanziaria, il 30 novembre sarà sciopero generale

Niente accordo nella Cdl per il taglio delle tasse: l'argomento non è stato affrontato oggi dal vertice della Casa delle Libertà. Fissato un rinvio di 7 giorni, mercoledì prossimo a Palazzo Chigi • I sindacati: manovra ingiusta e sbagliata, va corretta con documento unitario
ROMA - Ancora niente accordo nella Cdl per il taglio delle tasse: l'argomento non è stato affrontato oggi dal vertice della Casa delle Libertà. E' stato invece fissato un rinvio di 7 giorni. Se ne parlerà mercoledì prossimo nel corso di un nuovo incontro a Palazzo Chigi. Questo anche se il premier, Silvio Berlusconi, mercoledì è a Mosca e giovedì è atteso a Bruxelles, così che dovrà rientrare mercoledì nel pomeriggio proprio per partecipare all'incontro.
Il fatto che il taglio non sia stato il piatto forte della riunione odierna è stato attribuito da alcuni partecipanti alla mancanza di una serie di dati che il ministro dell'Economia, Domenico Siniscalco, dovrebbe ancora presentare. Ma certo all'interno della maggioranza non si è ancora trovata una posizione comune per procedere: in particolare An e Udc continuano ad esprimere dubbi sulla 'composizione' del taglio e sul fatto che andrebbe calibrato meglio sulle famiglie e i ceti più bassi. E continua a far discutere anche l'emendamento a tre aliquote presentato direttamente da Antonio Leone (Fi) in commissione Bilancio. Emendamento che, secondo il sottosegretario Giuseppe Vegas, sarà discusso molto probabilmente in aula e non in Commissione. Inoltre - ha annunciato la relatrice al Bilancio Daniela Santanchè - è ancora attesa in commissione la relazione tecnica sulla proposta.
Oggi per l'Udc è Luca Volontè a parlare dell'emendamento Leone: «Così com'è non lo voteremmo» ha risposto a proposito dell'emendamento. «Il nostro punto di partenza - ha puntualizzato il capogruppo Udc alla Camera - è un segnale consistente su detrazioni a favore dei figli e dei coniugi a carico, poi ci sono gli incapienti, benefici per le nuove famiglie. Il tutto - ha calcolato Volontè - comporterebbe una spesa di 5 miliardi di euro che si possono rimodulare».
Per An prende la parola il coordinatore, Ignazio La Russa: «Non è che An non voglia ridurre la tasse, soltanto le vuole ridurre per tutti. Vogliamo che l'effetto della riduzione sia a vantaggio dei ceti medi e delle famiglie: su questo c'è ancora un po' di discussione, cioè sul modo di ridurle le tasse a tutti in modo che il vantaggio non vada a chi ha meno bisogno di essere aiutato, ma a chi ne ha più bisogno». «Sulla Finanziaria ed il taglio delle tasse - ha aggiunto La Russa - non ci sono problemi. Una cosa è certa: stiamo discutendo su quali misure per le varie fasce, ma siamo tutti d'accordo sulla opportunità e necessità di ridurre le tasse per tutti».
Secondo la Lega invece di taglio delle tasse si parlerà in Senato e non durante il primo passaggio parlamentare della Finanziaria alla Camera: «quello della Camera - ha detto il ministro per le riforme Roberto Calderoli - è solo il primo passaggio; poi c'è il Senato e ancora la Camera. In passato - ha ricordato Calderoli a proposito delle ultime tre finanziarie - il 'piatto ricco mi ci ficco' è arrivato sempre al secondo passaggio» e quindi, quest'anno a Palazzo Madama.
Il coordinatore di Fi, Sandro Bondi, spiega invece che la riforma fiscale non sarà certo un boomerang, ma «un aiuto per il centrodestra e per tutto il Paese» e che la Cdl «certamente troverà un'intesa su contenuti e modalità del provvedimento per il taglio delle tasse: sulla necessità di ridurre le tasse non c'è alcun disaccordo fra di noi perchè tutti riteniamo che soltanto riducendo le tasse può tornare a a crescere l'economia. Sono i corso una discussione e un confronto sui contenuti e sulle modalità di questa manovra fiscale e su questo certamente troveremo un accordo».
Sul fronte della Finanziaria il confronto è proseguito in commissione Bilancio. Il relatore, Guido Crosetto, starebbe elaborando un emendamento per consentire ai comuni di applicare il «tetto» del 4,8% sulle spese, partendo dalla base contabile del 2002, che è più vantaggiosa di quella attuale (il 2003). L' Anci si è però subito affrettata ad esprimere comunque il proprio 'no' al tetto di spesa. Ad animare il dibattito in commissione è stata poi la documentazione inviata dal ragioniere generale dello Stato Vittorio Grilli, nella quale non parla di «tetto» alla spesa ma di «taglio lineare» e di «riduzione» delle dotazioni. Le opposizioni hanno subito sottolineato che lo stesso Ragioniere dello Stato ha così dato loro ragione: non si tratta di un contenimento della spesa ma di un taglio vero e proprio.
Francesco Carbone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Tod's, Macchi di Cellere nuovo ad

Tod's, Macchi di Cellere nuovo ad

 
Cdp,affida gestione 3 villaggi ex Valtur

Cdp,affida gestione 3 villaggi ex Valtur

 
Fond.Agnelli, John Elkann presidente

Fond.Agnelli, John Elkann presidente

 
Generali: Del Vecchio, bene interesse

Generali: Del Vecchio, bene interesse

 
Borsa: Wall Street apre negativa

Borsa: Wall Street apre negativa

 
Aerei, 2017 record per servizio bagagli

Aerei, 2017 record per servizio bagagli

 
Saldo contratti stabili febbraio +15.000

Saldo contratti stabili febbraio +15.000

 
Tim: Bolloré, in Italia serve coraggio

Tim: Bolloré, in Italia serve coraggio

 

MEDIAGALLERY

Bradanica, dopo 50 anniaperti i primi 8 chilometri

Bradanica, dopo 50 anni
aperti i primi 8 chilometri

 
Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Sport TV
Yoga via Skype,"un successo inaspettato"

Yoga via Skype,"un successo inaspettato"

 
Mondo TV
La pilota dai nervi d'acciaio

La pilota dai nervi d'acciaio

 
Italia TV
Al Sud si muore di piu'

Al Sud si muore di piu'

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 15

Ansatg delle ore 15

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

 
Spettacolo TV
Il narcos piu' famoso

Il narcos piu' famoso