Cerca

Lunedì 23 Aprile 2018 | 23:21

Istat - La povertà in Italia non cambia

Nel 2003 le famiglie italiane che vivono in condizioni di povertà relativa (quella che si determina rispetto alla spesa media mensile per i consumi) sono 2.360.000, pari al 10,6% delle famiglie residenti, per un totale di 6.786.000 individui, l'11,8% dell'intera popolazione. Confermata la difficoltà del Mezzogiorno: vive in questa area il 65,6% delle famiglie povere
ROMA - Non migliora nè peggiora la povertà nel nostro paese. La rilevazione dell'Istat nel 2003 sulla povertà relativa (quella che si determina rispetto alla spesa media mensile per i consumi di una famiglia di due persone, la cui soglia è stata fissata a 869,50 euro), presentata oggi alla stampa, mostra un fenomeno stabile rispetto all'anno precedente. E' al di sotto la soglia di povertà il 10,6% delle famiglie; nel 2002 era l'11% (questo lieve calo per l'Istat, anche per effetto degli errori campionari non è significativo). Si tratta di 2.360.000 di famiglie, complessivamente 6.786.000 individui, l'11,8% dell'intera popolazione. Ma dato ancora più rilevante è che è povera o quasi povera - ossia si avvicina sempre più alla soglia - circa una famiglia italiana su cinque. La povertà interessa ancora vari livelli il 18.5% delle famiglie italiane, che tradotto in numero assoluto vuol dire 4.119.950 nuclei; di questi, oltre un milione vive in condizione di estremo disagio, ossia spendono per consumi meno dell'80% della soglia che discrimina lo stato di povertà.
Le famiglie sicuramente non povere sono l'81,5% del numero totale (era l'81% nel 2002). Al Nord le famiglie sicuramente non povere sono l'89,5% di quelle residenti, al Centro la percentuale è dell'87,9% mentre nel Mezzogiorno del 65,8%.
Rispetto al 2002, non ci sono significative cambiamenti sulla povertà. E' confermata la difficoltà del Mezzogiorno: vive in questa area il 65,6% delle famiglie povere.
Due situazioni di novità segnalate dall'Istat: il peggioramento della condizione degli anziani al nord (la percentuale di famiglie povere tra le coppie con persona di riferimento di 65 anni e più è aumentata di due punti percentuali, attestandosi al 9,3%) e il leggero miglioramento delle famiglie numerose al centro (scende di 5 punti la percentuale di famiglie povere con cinque o più componenti e 2,4 punti quella delle coppie con due figli). Nonostante il miglioramento, la situazione di queste famiglie, per l'Istat, rimane tuttavia gravosa. Confermate a grandi linee anche le dimensioni del fenomeno a livello regionale: le famiglie povere sono il 5,3% al Nord (erano il 5% nel 2002), il 5,7% al centro (6,7%), il 21,3% nel mezzogiorno (22,4%). Bolzano, con l'11,1% di famiglie povere, è l'unica realtà al nord che supera la media nazionale; e il Friuli Venezia Giulia (9,2%) ci sia avvicina. La regione meno povera, anche a livello nazionale, è invece il Veneto (4%) e la Lombardia (4,5%). Al centro, tutte le regioni sono al di sotto della media ma l'Umbria (8,4%) registra la percentuale di famiglie più povere, la meno povera la Toscana. Nel mezzogiorno tutte le regioni sono lontane dalla media del 10,6%: le più ricche sono però la Sardegna (13,1%) e l'Abruzzo (15,4%). In Sicilia e Basilicata oltre il 25% delle famiglie vive in condizione di povertà.
E' ancora grave la condizione economica delle famiglie numerose (5 figli o più), oltre un quinto risulta povero; nel mezzogiorno questa percentuale arriva al 30%. E' povero il 28% delle famiglie che ha per capo una persona in cerca di occupazione e il 33,4% di quelle con al proprio interno due o più componenti in cerca di occupazione. Positivo il commento ai dati dell'Istat da parte di due rappresentanti del governo, i sottosegretari al welfare Maurizio Sacconi e Grazia Sestini. La seconda ricorre a un metafora metereologica: «E' un tempo sereno tendente al bello» dice. Mentre il primo ne ricava una considerazione politica e sottolinea: «E' un paese ben diverso da quello denunciato dalla nostra opposizione di centro-sinistra. Vi può essere un margine di errore nei dati ma un esito positivo non può certo trasformarsi in uno negativo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

A Tronchetti 'Aquila Atzeca' messicana

A Tronchetti 'Aquila Atzeca' messicana

 
Spread Btp chiude in calo a 115 punti

Spread Btp chiude in calo a 115 punti

 
Antitrust: multa 4,4 milioni a Fastweb

Antitrust: multa 4,4 milioni a Fastweb

 
Apple: indagine Ue su acquisto Shazam

Apple: indagine Ue su acquisto Shazam

 
Apple: indagine Ue su acquisto Shazam

Apple: indagine Ue su acquisto Shazam

 
Fitch,ottimismo su Npl dopo mossa Intesa

Fitch,ottimismo su Npl dopo mossa Intesa

 
Borsa: Wall Street apre in rialzo

Borsa: Wall Street apre in rialzo

 
Alitalia: meno in cassa integrazione

Alitalia: meno in cassa integrazione

 

MEDIAGALLERY

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

 
Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 
L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo delle coste salentine

L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo coste salentine

 
La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

 
Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

 
Puglia, Papa Francesco ad Alessano

Puglia, Papa Francesco ad Alessano

 
Papa Francesco celebra messa a Molfetta

Papa Francesco celebra messa a Molfetta

 
Papa Francesco

Papa Francesco da Alessano a Molfetta: tappe sui luoghi di don Tonino Bello

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Furgone su folla a Toronto, ci sarebbero morti

Furgone su folla a Toronto, ci sarebbero morti

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Economia TV
Dazi: accordo Ue-Messico per rimuovere 99% barriere

Dazi: accordo Ue-Messico per rimuovere 99% barriere

 
Italia TV
Quirinale, a Fico il mandato per verifica maggioranza M5s-Pd

Quirinale, a Fico il mandato per verifica maggioranza M5s-Pd

 
Spettacolo TV
Teatro: Cirilli in scena a Roma con #TaleEQualeAMe Again

Teatro: Cirilli in scena a Roma con #TaleEQualeAMe Again

 
Meteo TV
Previsioni meteo per martedi', 24 aprile 2018

Previsioni meteo per martedi', 24 aprile 2018

 
Calcio TV
Serie A, Napoli batte Juve a Torino e riapre campionato

Serie A, Napoli batte Juve a Torino e riapre campionato

 
Sport TV
Motogp, oggi le libere ad Austin

Motogp, oggi le libere ad Austin