Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 18:28

Edilizia, nuovo contratto lavoro artigiani

L'intesa riguarda 233.000 imprese e 678.000 lavoratori dipendenti; ha durata 1 ottobre 2004 - 31 dicembre 2007; prevede aumenti medi mensili (riferiti al 3° livello - operaio specializzato) di 130 euro
Edilizia, nuovo contratto lavoro artigiani
ROMA - Le Associazioni artigiane dell'edilizia (Anaepa-Confartigianato, Assoedili-Anse/Cna, Fiae-Casartigiani, Claai) e i Sindacati di categoria (Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil) hanno rinnovato il contratto nazionale di lavoro delle imprese artigiane dell'edilizia. L'intesa riguarda 233.000 imprese e 678.000 lavoratori dipendenti. L'accordo, che ha durata 1 ottobre 2004 - 31 dicembre 2007, prevede aumenti medi mensili (riferiti al 3° livello - operaio specializzato) di 130 euro. Gli incrementi salariali saranno erogati in quattro tranches, con le retribuzioni di ottobre 2004, marzo 2005, marzo 2006 e giugno 2007. Quello dell'edilizia è il primo accordo nazionale che disciplina l'apprendistato professionalizzante con la percentualizzazione del salario (all'inizio viene erogato il 66% della retribuzione dell'operaio alla cui qualifica aspira l'apprendista fino a raggiungere il 90% della retribuzione stessa). E' stata inoltre estesa la durata dell'apprendistato: da 3 anni per le qualifiche semplici fino a 5 anni per le qualifiche più elevate. Il contratto prevede anche miglioramenti per le prestazioni erogate dalle Casse edili artigiane per quanto riguarda la malattia, gli infortuni, la maternità e i congedi parentali. Il nuovo contratto, inoltre, contiene uno specifico protocollo per i lavoratori extracomunitari, realtà sempre più diffusa nel settore, dal momento che rappresentano un terzo dei nuovi assunti in edilizia. Il Presidente di Anaepa-Confartigianato Giuliano Nicola sottolinea che il contratto «testimonia l'impegno dell'artigianato per promuovere sempre migliori condizioni economiche e normative per i lavoratori del settore». Il Presidente Nicola fa rilevare soprattutto «l'importanza del nuovo modello di apprendistato previsto dal contratto, istituto qualificante e peculiare dell'artigianato, sia per la durata della formazione sia per le nuove prestazioni garantite all'apprendista».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione