Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:03

Il Cipe sblocca 12 miliardi di euro

Le risorse sono destinate per l'85% al Mezzogiorno e per il restante 15% al Centro-Nord. Altri 156 milioni sono in arrivo per finanziare progetti di innovazione tecnologica
ROMA - Via libera del Cipe (ancora in corso per approvare la relazione previsionale) alla ripartizione di 12,291 miliardi del fondo per le aree sottoutilizzate.
Le risorse sono destinate per l'85% al Mezzogiorno e per il restante 15% al Centro-Nord.
La maggior parte delle risorse inoltre (6,447 miliardi) è destinata al finanziamento di infrastrutture materiali e immateriali suddivise in progetti strategici nazionali (2,424 miliardi) e in progetti a selezione regionale (4,023 miliardi). Per quanto riguarda i piani strategici nazionali circa il 45% delle risorse (1,130 miliardi) è destinato all'accelerazione delle grandi opere della legge obiettivo.
Degli interventi infrastrutturali a selezione regionale al Sud sono destinati 2,823 miliardi ed al centro nord 880 milioni.

Sempre il Cipe ha dato via libera allo stanziamento di 156 milioni di Euro per l'innovazione tecnologica e digitale: tali risorse andranno a finanziare progetti relativi alla Società dell'Informazione, ossia l'applicazione diffusa delle tecnologie digitali nelle imprese e nella Pubblica Amministrazione, oltre che a favore dei cittadini.
L'iniziativa, proposta dal Ministro per l'Innovazione Lucio Stanca, prevede in particolare che 21 milioni di Euro andranno alle Regioni del Nord Italia e 135 mln al Mezzogiorno ed alle aree sottoutilizzate.
«L'obiettivo di questo intervento - ha spiegato Stanca - è quello di colmare il divario digitale esistente attraverso una serie articolata di interventi, che spaziano dal sostegno alle imprese innovative nel settore della tecnologia digitale all'e-Government e alla formazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione