Cerca

Mercoledì 25 Aprile 2018 | 22:13

In calo la produzione industriale

A luglio battuta d'arresto con una flessione del 3,7% rispetto allo stesso mese 2003 e mettendo a segno il maggior calo da oltre un anno. Settore auto: -13,5%
ROMA - La produzione industriale a luglio ha segnato una battuta d'arresto registrando una flessione del 3,7% rispetto allo stesso mese 2003 e mettendo a segno il maggior calo da oltre un anno (da maggio dell'anno scorso). Lo ha reso noto l'Istat sottolineando che il dato, su base congiunturale (su giugno 2004), registra invece un incremento dello 0,4%.
L'indice della produzione industriale corretto per i giorni lavorativi ha registrato in luglio una diminuzione tendenziale dell'1,2% (giorni lavorativi sono stati 22 contro i 23 di luglio 2003). Nel periodo gennaio-luglio 2004 l'indice corretto ha registrato, invece, una variazione positiva dello 0,3% rispetto al corrispondente periodo del 2003. L'indice grezzo mostra invece nei primi sette mesi dell'anno un incremento dell'1% rispetto ad un anno prima.
A livello tendenziale l'indice della produzione industriale corretto per i giorni lavorativi ha presentato variazioni positive dell'1,2% per l'energia e dello 0,3% per i beni intermedi. Si registrano, invece, variazioni negative del 2,7% per i beni di consumo (-3,1% per i beni non durevoli e -1,4% per i beni durevoli) e del 2,4% per i beni strumentali. Nel confronto fra gennaio-luglio 2004 e lo stesso periodo del 2003 hanno registrato variazioni positive dell'1,3% i beni di consumo (+4,9% i beni durevoli, +0,7% i beni non durevoli) e dell'1% l'energia. I beni intermedi ed i beni strumentali hanno invece entrambi segnato una diminuzione dello 0,5%. Rispetto a giugno 2004, invece, la voce energia ha registrato una variazione pari a +1,9%, mentre i beni di consumo hanno messo a segno un +1,5% (+1,3% per i beni durevoli, +1,1% per i beni non durevoli). L'unica variazione congiunturale negativa è stata registrata dai beni strumentali (-0,3%).
Fra i diversi settori di attività economica «si sono evidenziate - spiegano i tecnici dell'Istat - tendenze molto diversificate: a livello tendenziale i maggiori incrementi sono stati realizzati dai mezzi di trasporto (+7,1%), dall'industria della carta (+3,4%) e dalla voce energia elettrica (+1%). I cali maggiori rispetto a luglio 2003 si sono invece registrati nell'industria delle pelli e delle calzature (-11,4%), nella produzione di apparecchi elettrici e di precisione (-6,8%) e nelle industrie alimentari (-6,5%)».
Nel periodo gennaio-luglio 2004 gli aumenti più significativi, rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente, si sono registrati nei settori della carta (+8,2%), delle altre industrie manifatturiere (+3,9%) e del metallo e dei prodotti in metallo (+2,7%). Le diminuzioni più marcate hanno invece interessato i comparti delle pelli e calzature (-9,9%), degli apparecchi elettrici e di precisione (-7,5%) e dell'estrazione di minerali (-3,6%).
Nel rendere noti i dati relativi all'andamento della produzione industriale nel mese di luglio, l'Istat ha comunicato di aver rivisto leggermente al rialzo le variazioni di giugno e di maggio. In particolare la variazione congiunturale registrata in maggio risulta pari a -0,1% a fronte del -0,3% inizialmente calcolato. Per quanto riguarda invece il mese di giugno l'indice grezzo della produzione industriale segna un +2,9% a livello tendenziale (+2,7% nei dati provvisori), -0,6% a livello congiunturale. Rivedendo i dati degli ultimi due mesi, l'Istituto nazionale di statistica ha sottolineato come nel secondo trimestre la variazione della produzione industriale risulti pari a 0, a fronte del -0,1% calcolato sulla base delle rilevazioni provvisorie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Difesa, cooperazione franco-tedesca

Difesa, cooperazione franco-tedesca

 
Bollorè, fine fermo, ora da giudici

Bollorè, fine fermo, ora da giudici

 
Banche: in arrivo decreto fondo ristoro

Banche: in arrivo decreto fondo ristoro

 
Borsa: Milano chiude a -0,97%

Borsa: Milano chiude a -0,97%

 
Nulla di fatto per web tax italiana

Nulla di fatto per web tax italiana

 
Petrolio: in calo a NY a 67,41 dollari

Petrolio: in calo a NY a 67,41 dollari

 
Pausa tra scioperi bus sale a 20 giorni

Pausa tra scioperi bus sale a 20 giorni

 
Comcast offre 22 mld sterline per Sky

Comcast offre 22 mld sterline per Sky

 

MEDIAGALLERY

Joseph Ratzinger,Papa Benedetto XVI, a Bari

Il saluto di Papa Benedetto XVI per il Congresso eucaristico a Bari

 
Giovanni Paolo II, Papa Wojtyla, a Bitonto

Giovanni Paolo II a Bari e Bitonto: parla agli agricoltori

 
Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

Taranto, rapinatori seminano terrore in gioielleria e spaccano le vetrine

 
Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

Chieuti, uomo muore travolto da cavallo

 
Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 
L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo delle coste salentine

L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo coste salentine

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 19

Ansatg delle ore 19

 
Italia TV
Sla per troppo sforzo,nuova teoria su malattia calciatori

Sla per troppo sforzo,nuova teoria su malattia calciatori

 
Meteo TV
Previsioni meteo della settimana

Previsioni meteo della settimana

 
Mondo TV
Trovata luce che spegne dolore cronico, scoperta in Italia

Trovata luce che spegne dolore cronico, scoperta in Italia

 
Economia TV
Mediolanum: nel mirino Gdf 544 milioni imposte Irlanda

Mediolanum: nel mirino Gdf 544 milioni imposte Irlanda

 
Calcio TV
Champions, Roma ko 5-2 a Liverpool

Champions, Roma ko 5-2 a Liverpool

 
Spettacolo TV
Marion Cotillard moglie indimenticabile

Marion Cotillard moglie indimenticabile

 
Sport TV
Motogp, oggi le libere ad Austin

Motogp, oggi le libere ad Austin