Cerca

E la benzina inizia ad aumentare

Sulla scia dll'inarrestabile salita dei prezzi del petrolio, i costi schizzano portandosi a nuovi massimi mai toccati dalla verde dal suo debutto sul mercato italiano nel 1985. Il nuovo record di questa mattina del prezzo al barile è stato di 44,28 dollari. Il Brent è arrivato fino a 40,96 superando il livello raggiunto il 10 ottobre 1990 all'epoca della prima guerra del Golfo
ROMA - I prezzi della benzina, sulla scia di quelli del petrolio, schizzano portandosi a nuovi massimi mai toccati dalla verde dal suo debutto sul mercato italiano nel 1985. Per un litro di carburante anche sulle strade, al netto quindi delle maggiorazioni previste in autostrada o in alcune località disagiate, sono necessari più di 1,17 euro al litro: 1,171 per l'esattezza segnato dalla Q8 che ha aumentato di 0,003 euro al litro.

Che questo sia solo l'inizio è facile intuirlo visto che anche oggi il prezzo del petrolio è continuato a salire.
Dopo la corsa di ieri questa mattina c'è stato un ritocco al rialzo delle quotazioni con il nuovo record di 44,28 dollari al barile negli scambi after-hours al Nymex per le consegne di settembre. Rispetto alla chiusura di ieri l'aumento è di 13 cents, pari allo 0,3%.
Petrolio in crescita anche sul mercato di Londra. Il Brent per le consegne di settembre questa mattina ha aperto in rialzo ed è arrivato fino a 40,82 dollari al barile per poi assestarsi a 40,72. È restato però per poco ad un passo dal record di 40,95 dollari raggiunto il 10 ottobre 1990 all'epoca della prima guerra del Golfo. Infatti l'ha presto superato arrivando a 40,96 dollari al barile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400