Cerca

Fiat - Firmato il contratto di programma

Investimenti per 1,2 miliardi di euro e creazione di quasi 1.300 posti di lavoro negli stabilimenti di Pomigliano D'Arco, Melfi e Cassino da qui al 2007. E' quanto prevede l'intesa siglata tra Ministero delle Attività Produttive e la società torinese. L'onere massimo a carico della finanza pubblica è di 151,8 milioni di euro
ROMA - Investimenti per 1,2 miliardi di euro e creazione di quasi 1.300 posti di lavoro negli stabilimenti Fiat di Pomigliano D'Arco, Melfi e Cassino da qui al 2007. E' quanto prevede l'accordo di programma siglato oggi dal Ministero delle Attività Produttive, rappresentato dal direttore generale per il coordinamento degli incentivi alle imprese Roberto Pasca, e la società torinese. Lo rende noto lo stesso ministero, precisando che il contratto si inserisce «nel più ampio e generale piano di rilancio del Gruppo» torinese.
«Il contratto di programma prevede la realizzazione di investimenti industriali, di ricerca e sviluppo la cui conclusione - si legge nella nota del Ministero - è prevista per il 2007 negli stabilimenti di Pomigliano D'Arco, Melfi e Cassino, finalizzati al lancio di nuovi modelli di autovetture, per una spesa di 1.251 milioni di euro ed un incremento occupazionale di 1.251 unità». Per il progetto esecutivo e la certificazione del merito creditizio, sottolinea ancora il dicasteri di Via Molise, «è stata presentata una relazione di Mediocredito Centrale Spa. L'onere massimo a carico della finanza pubblica è di 151,8 milioni di euro, che tiene conto dei massimali della Ue in merito agli aiuti di stato per i grandi progetti di investimento nel settore autoveicolistico».
Sempre stamani, al ministero è stato sottoscritto il contratto di programma per il Consorzio Area Aquilana, costituito da 11 società operanti nel settore delle telecomunicazioni e dell'elettronica. Le società in questione, precisa la nota, hanno programmato investimenti sia industriali che nel settore della ricerca nella Provincia dell'Aquila. L'importo degli investimenti previsto è di 91.734,64 migliaia di euro (di cui 53.173,06 relativi all'industria, e 38.561 relativi alla ricerca) e dovrà essere effettuato entro il 2005. «La relazione illustrativa del progetto è stata rilasciata da Meliorconsulting Spa-Gruppo Bper - conclude la nota - L'onere massimo a carico della finanza pubblica è di 23.647,23 migliaia di euro. La ricaduta occupazionale prevista di 243 unità lavorative».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400