Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 13:17

«Parmalat, il più pesante fallimento della storia»

E' in questi termini che si esprime la BRI, Banca dei Regolamenti Internazionali. L' affare Parmalat - si aggiunge - «ha messo in luce carenze e irresponsabilità ad ogni possibile livello economico e finanziario»
BASILEA - La vicenda Parmalat va considerata alla stregua del «più oneroso fallimento della storia», anche se «non ha prodotto il benché minimo effetto sulla formazione dei prezzi nel mercato del credito alle imprese». E' in questi termini che si esprime la BRI, Banca dei Regolamenti Internazionali. L' affare Parmalat - si aggiunge - «ha messo in luce carenze a ogni possibile livello: organi di dirigenza, revisori interni ed esteri, banche creditrici, promotori finanziari, agenzie di rating, analisti delle banche d' affari, nonchè responsabili della sorveglianza su molti dei suddetti ambiti».
La BRI sottolinea inoltre - all' interno della 74esima Relazione annuale, diffusa oggi - che, nonostante il crescente cambiamento di cultura in atto nel mondo finanziario (collegato in misura considerevole al processo di definizione del nuovo schema di vigilanza patrimoniale cosiddetto Basilea 2) «da taluni episodi dello scorso anno sono emerse inquietanti negligenze nella governance in entrambi i settori privato e finanziario».
Quanto al fatto che la vicenda Parmalat non abbia avuto ripercussioni sul mercato del credito alle imprese, la Banca dei Regolamenti Internazionali afferma: «se si sia trattato della giusta reazione di fronte alla natura 'sui generis' di un' enorme frode, ovvero di un malaugurato effetto collaterale della propensione al rischio manifestata di recente dai mercati finanziari, è questione che rimane aperta. Tuttavia - conclude - la risposta potrebbe divenire sempre più evidente via via che i mercati si preparano al concretizzarsi di un rialzo dei tassi ufficiali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Inail: al via Bando ISI 2017 da 249 mln

Inail: al via Bando ISI 2017 da 249 mln

 
Elliott, Vivendi non conta più di noi

Elliott, Vivendi non conta più di noi

 
Costruzioni, a febbraio produzione -3,6%

Costruzioni, a febbraio produzione -3,6%

 
Borsa: Milano apre a +0,03%

Borsa: Milano apre a +0,03%

 
Petrolio:prezzo sale vicino a 69 dollari

Petrolio:prezzo sale vicino a 69 dollari

 
Petrolio chiude in rialzo a 68,4 dollari

Petrolio chiude in rialzo a 68,4 dollari

 
Fed: prospettive positive ma timori dazi

Fed: prospettive positive ma timori dazi

 
Todini, su pmi e finanza donne al passo

Todini, su pmi e finanza donne al passo

 

MEDIAGALLERY

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Neo artificiale diventa spia dei tumori

Neo artificiale diventa spia dei tumori

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 12

Ansatg delle ore 12

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

 
Italia TV
Colpo alla rete di Messina Denaro

Colpo alla rete di Messina Denaro

 
Spettacolo TV
Il narcos piu' famoso

Il narcos piu' famoso