Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 13:22

Censimento 2001 Istat: in Puglia occupazione +6,3%

L'aumento determinato dalle unità locali delle imprese (filiali e sedi periferiche) e dalle istituzioni nonprofit. In Basilicata aumenta la voglia d'impresa • Italia: boom della spesa pensionistica
BARI - Sono 237.568 le imprese e le istituzioni (pubbliche e no profit) censite in Puglia dall' Istat durante l' ottavo censimento generale dell' industria e servizi compiuto nel 2001. Rispetto al 1991 il numero delle imprese (191.010) è aumentato del 24.4%. Sono state inoltre rilevate 259.719 unità locali (imprese, filiali e sedi periferiche) che danno origine a 941.717 posti di lavoro, dipendenti e indipendenti. Il censimento del '91 aveva rilevato 217.043 unità locali e 886.038 addetti alle unità locali: l' aumento è stato rispettivamente del 19.7 e del 6.3%.
E' quanto emerge dai dati diffusi dall' ufficio regionale pugliese dell' Istat che rileva che l' aumento complessivo di 42.676 unità locali rispetto al 1991 è determinato dalla crescita delle unità locali delle imprese (+ 38.378) e delle istituzioni nonprofit (+5.798) e dalla diminuzione delle unità locali delle istituzioni pubbliche (- 1.500). In termini di addetti si registra un aumento di 55.679 posti di lavoro (+ 6.3%), dovuto in gran parte alle imprese con 49.271 posti di lavoro (+7,4%) e alle istituzioni nonprofit con 9.645 posti di lavoro (+55.1%), mentre nelle istituzioni pubbliche (( 3.237 addetti) si è riscontrata una flessione (-1,6%).
BARI IN FORTE CRESCITA, TARANTO IN CALO - A livello territoriale il 44,5% degli addetti lavora nella provincia di Bari, il 18,8% nella provincia di Lecce, il 14,6% nella provincia di Foggia, il 13,4% nella provincia di Taranto e l' 8,7% nella provincia di Brindisi. Nella sola provincia di Taranto si registra una diminuzione di addetti rispetto al censimento del 1991 (-3.865), nelle altre province si è avuta una crescita dell' occupazione, dovuta prevalentemente alle imprese: Bari (+ 43.232), Lecce (+9.854), Foggia (+4.237) e Brindisi (+2.221).
NELL' INDUSTRIA E NEI SERVIZI LAVORA IL 75% DEGLI ADDETTI ALLE UNITA' LOCALI DELLE IMPRESE - La maggior parte degli addetti si concentra nel settore industriale e nei servizi: infatti i due settori coprono il 71,9% a Foggia (capoluogo 77,4%), il 76,% a Bari (capoluogo 78,%), il 77,1% a Taranto (capoluogo 81,6%), il 72,4% a Brindisi (capoluogo 84,9%), ed infine il 73,9% a Lecce (capoluogo 77,2%). E' interessante segnalare che l' aumento degli addetti delle imprese in Puglia (+7,4%) è in linea con ciò che si riscontra a livello nazionale (+7,8%).
L' OCCUPAZIONE FEMMINILE AUMENTA IN TUTTI I SETTORI - Prosegue in Puglia, la crescita dell' occupazione femminile nel mondo del lavoro anche se con un andamento più frenato rispetto alla media nazionale: nell' ultimo decennio, infatti, le donne aumentano in Puglia la loro quota occupazionale dal 30,25% al 33,24% (a livello nazionale si è passati dal 34,89% al 38,44%).
IL LAVORO ATIPICO: 26.538 CO.CO.CO e 3.962 INTERINALI - Il lavoro atipico in Puglia segue lo stesso andamento di quello a livello nazionale, infatti il 65,2% dei 26.538 collaboratori coordinati e continuativi rilevati dal censimento lavora per le imprese, prevalentemente nel settore dei servizi. La quota rimanente si ripartisce fra istituzioni pubbliche (18%) e nonprofit (16,8%). I lavoratori interinali sono 3.962 (il 64,4% nelle imprese, il 32,2% lavora nelle istituzioni pubbliche e solo il 3,3% nelle istituzioni nonprofit).
FORMA GIURIDICA DELLE IMPRESE: LE SRL AUMENTANO DEL 147,3% - L' analisi delle imprese per forma giuridica mette in evidenza l' aumento del numero delle società di persone 25.698 (+40,2% rispetto al 1991), delle società a responsabilità limitata 19.722 (+147,3%), delle società per azioni (626, cresciute del 21,1%). Si riscontra, infine, un considerevole aumento delle società cooperative che passano da 2.612 a 4.058 unità con un incremento rispetto al 1991 del 55,4%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Inail: al via Bando ISI 2017 da 249 mln

Inail: al via Bando ISI 2017 da 249 mln

 
Elliott, Vivendi non conta più di noi

Elliott, Vivendi non conta più di noi

 
Costruzioni, a febbraio produzione -3,6%

Costruzioni, a febbraio produzione -3,6%

 
Borsa: Milano apre a +0,03%

Borsa: Milano apre a +0,03%

 
Petrolio:prezzo sale vicino a 69 dollari

Petrolio:prezzo sale vicino a 69 dollari

 
Petrolio chiude in rialzo a 68,4 dollari

Petrolio chiude in rialzo a 68,4 dollari

 
Fed: prospettive positive ma timori dazi

Fed: prospettive positive ma timori dazi

 
Todini, su pmi e finanza donne al passo

Todini, su pmi e finanza donne al passo

 

MEDIAGALLERY

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Neo artificiale diventa spia dei tumori

Neo artificiale diventa spia dei tumori

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 12

Ansatg delle ore 12

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

 
Italia TV
Colpo alla rete di Messina Denaro

Colpo alla rete di Messina Denaro

 
Spettacolo TV
Il narcos piu' famoso

Il narcos piu' famoso