Cerca

Montezemolo-Epifani, prove di dialogo

Il presidente di Confindustria e il segretario generale della Cgil hanno avuto un faccia a faccia privato in occasione del convegno dei giovani industriali
SANTA MARGHERITA LIGURE - «In una settimana sono successi talmente tanti avvenimenti che quasi non capisco più dove sono.....».
Il neo presidente di Confindustria e Fiat, giunge a sorpresa a Santa margherita Ligure per chiudere il convegno dei Giovani imprenditori e si lascia andare ad un piccola confessione davanti alla platea, presenti il ministro dell'Economia Tremonti e il segretario della Cgil, Epifani.
«Fosse per me oggi mi limiterei ad augurarvi un buon week end e me ne andrei, anche perchè condivido al 100% la relazione di Anna Maria Artoni». Un desiderata rimasto però sulla carta, visto che l'applauditissimo neopresidente è rimasto davanti al microfono per una buona ventina di minuti. Al termine del discorso un lungo faccia a faccia con il segretario delle Cgil.

Montezemolo: «Confindustria non è né di destra, né di sinistra»
«In Italia bisogna uscire dalla logica vetero-locale e provinciale, secondo la quale quando diciamo qualcosa è di destra o di sinistra. Noi siamo autonomi, diciamo le cose in modo chiaro e con il massimo rispetto di tutti». Luca di Montezemolo torna a rivendicare l' indipendenza della Confindustria dalla politica, sostenendo comunque che l'associazione degli industriali «deve modernizzarsi, senza abbandonare la sua storia e la sua cultura».
«Avevo chiuso la relazione all'assemblea dicendo che c'erano pochi giovani. Oggi mi devo ricredere - ha detto chiudendo il convegno a Santa margherita Ligure - Questo significa rinnovamento, rotazione delle cariche, spazio ai giovani».

Montezemolo-Epifani, prove tecniche di dialogo
Prove tecniche di concertazione tra il neo presidente degli industriali e di Fiat, Luca Cordero di Montezemolo e il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, che hanno avuto oggi il loro primo faccia a faccia.
I due si sono appartati al termine del convegno dei Giovani di Confindustria e per venti minuti hanno fatto un rapido punto della situazione e avuto un generale scambio di vedute sulle questioni sul tappeto. Questo alla luce della relazione con cui Montezemolo si è insediato a viale dell'Astronomia e dopo che il nuovo leader degli industriali, intervenendo davanti ai giovani imprenditori riuniti a Santa Margherita Ligure, aveva rilanciato con forza la necessità di rafforzare il rapporto col sindacato. Anche questo rapido colloquio è dunque un segnale del cambiamento di clima nei rapporti tra l'associazione degli industriali e il maggiore sindacato italiano, dopo anni di scontro.
«Abbiamo colto l'occasione per salutarci, visto che dopo l'Assemblea di Confindustria non ci eravamo più visti nè sentiti», ha spiegato Epifani al termine della breve chiacchierata con Montezemolo. Appuntamenti in vista? gli è stato chiesto: «Per ora non c'è nessuna data. Ma ci vedremo», ha risposto Epifani. Certo è, infatti, che nelle prossime settimane Confindustria e sindacati torneranno a incontrarsi per avviare sul serio quel tavolo di confronto sul quale tutte le forze sociali, ormai, si dicono d'accordo. Il flirt tra Epifani e Montezemolo si è comunque confermato oggi, anche se il leader della Cgil ha avvertito: «Ora bisogna vedere come le parole si trasformeranno in fatti». Ma Epifani parla di «parole importanti e di grande rispetto da parte del nuovo presidente di Confindustria, soprattutto verso i lavoratori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400