Cerca

Luci ed ombre per l'Ict in Puglia

A rivelarlo è uno studio pubblicato oggi dall'Associazione Industriali di Bari sul sito www.assi.ba.it/futuro
BARI - Luci ed ombre sulle innovazioni tecnologiche nelle imprese pugliesi. A rivelarlo è uno studio pubblicato oggi dall'Associazione Industriali di Bari sul sito www.assi.ba.it/futuro. Il lavoro, curato da Vito Albino, Claudio Garavelli, Fulvio Iavernaro del Politecnico di Bari, fa seguito a quelli già presentati nei giorni scorsi per analizzare il territorio della provincia di Bari nell'ambito del progetto La Fabbrica del Futuro. Piano Strategico dell'industria della provincia di Bari, un'iniziativa alla quale l'Associazione sta lavorando da gennaio, in partnership con la Camera di Commercio di Bari, per disegnare lo scenario dell'industria barese del prossimo decennio. Dallo studio emerge, in sintesi, che a livello infrastrutturale (densità di fibra ottica e punti di accesso), il Mezzogiorno si posiziona al secondo posto dopo le regioni del Nord-Ovest e, in particolare Bari è prima in classifica in Puglia per quanto riguarda la densità di fibra ottica e i punti di accesso (MAN e xDSL), seguita da Taranto, Foggia, Brindisi e, in ultimo, Lecce. Il netto distacco di Brindisi e Lecce dalle altre province pugliesi rendono netta la disomogeneità delle infrastrutture regionali. Va infine segnalato il dato positivo che nel confronto con l'Italia Bari è al 4° posto per Adsl e posto 2° per Hdsl. La percentuale di imprese pugliesi (oltre il 90%) che utilizza le nuove tecnologie e che dispone di attrezzature hardware è soddisfacente. C'è però da rilevare un limite nell'utilizzo di queste tecnologie.
L'analisi relativa alla tipologia di applicazioni maggiormente utilizzate dalle imprese infatti conferma una maggiore diffusione delle applicazioni Internet-based, lasciando in secondo piano il ricorso a servizi a maggiore valore aggiunto.
Infatti, Internet e la posta elettronica si confermano le applicazioni più diffuse tra le imprese di tutti i settori. Va tuttavia sottolineata la significativa tendenza all'aumento della diffusione delle applicazioni Business to Business e Business to Consumer che possono costituire un contributo di rilievo all'ampliamento e qualificazione di nuovi mercati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400