Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 01:32

Xylella, altri abbattimenti Silletti: il piano va avanti Sindaco Torchiarolo denuncia

Xylella, altri abbattimenti Silletti: il piano va avanti Sindaco Torchiarolo denuncia
TREPUZZI - Proseguono gli abbattimenti di ulivi a Trepuzzi (Lecce) nei terreni degli agricoltori che hanno deciso di adeguarsi al piano Silletti e che non hanno formulato ricorso al Tar Lazio che ieri ha sospeso gli interventi per fronteggiare l’emergenza Xylella nei terreni di 21 olivicoltori di Torchiarolo (Brindisi). Una decina gli alberi tagliati oggi: le operazioni sono lente perchè viene consentito ai proprietari di raccogliere i frutti per produrre l’olio di un’annata particolarmente buona.

"Il piano deve andare avanti, così come previsto dagli indirizzi normativi", ha detto il commissario straordinario per l’emergenza Xylella, Giuseppe Silletti, al termine di un incontro a Bari con i sindaci dei Comuni del nord Salento e del Brindisino interessati dall’epidemia che porta al disseccamento degli ulivi.
"Se non si eradica – ha aggiunto Silletti – anche altrove sarà il deserto come a Gallipoli".

I sindaci hanno formulato alcune richieste al commissario e al ministero, tra queste l'aumento degli indennizzi per gli agricoltori le cui piante sono state colpite e devono essere abbattute. A quanto dichiarato dal commissario è già stato previsto un incremento di 15 euro sui circa 146 euro a ulivo previsti per i proprietari. 

Intanto, è stato ricevuto oggi dal procuratore della Repubblica di Brindisi, Marco Dinapoli, il sindaco di Torchiarolo (Brindisi), Nicola Serinelli che giorni fa aveva chiesto un incontro per esporre alcune perplessità sulle modalità di gestione dell’emergenza Xylella, il batterio killer degli ulivi pugliesi, negli anni scorsi.

Il sindaco ha rappresentato al procuratore l’intenzione di formulare una denuncia a carico di persone non identificate, dopo aver fatto eseguire una consulenza sulle modalità di propagazione del batterio che ha raggiunto Torchiarolo dove, secondo il piano del commissario straordinario Giuseppe Silletti, dovranno ora essere abbattuti gli alberi infetti e nel raggio di 100 metri dagli stessi.

Alla magistratura Serinelli intende chiedere di accertare se vi siano state o meno condotte omissive da parte di enti, istituzioni, cittadini, tali da consentire la diffusione dell’epidemia fino al Brindisino e quindi al comune di cui è primo cittadino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione