Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 03:00

Xylella, commissario assicura «Vettore abbattuto all'80%» Risparmiare piante sane Ue: notificato caso isolato in Liguria

Xylella, commissario assicura «Vettore abbattuto all'80%» Risparmiare piante sane Ue: notificato caso isolato in Liguria
BARI – "Il vettore della Xylella è stato efficacemente combattuto nella misura straordinaria dell’80 per cento dei casi" e questo "mi consentirà di proporre una notevole riduzione dell’impiego degli insetticidi focalizzandoli solo nelle zone infette, ossia sui focolai, per cercare di congelare l'azione infettiva del batterio". Lo ha dichiarato Giuseppe Silletti, commissario per l’emergenza Xylella, al termine dell’incontro con ambientalisti e produttori pugliesi.

"Abbiamo avuto un riscontro molto positivo al lavoro che il Corpo forestale dello Stato ha fatto sul territorio – ha detto Silletti – e vorrei ringraziare tutti quegli agricoltori che hanno risposto positivamente a questo nostro invito di erpicare, di fare piccole e leggere arature per combattere il vettore".
Sulla base della recente direttiva della Comunità europea "il piano – ha concluso Silletti – dovrà essere adeguato", mentre per quanto riguarda l’eradicazione degli ulivi il commissario ha detto: "siamo in attesa di conoscere l’esito del ricorso al Tar e dopo ci regoleremo sul da farsi".

Non estirpare le piante sane e tutelare le coltivazioni biologiche che rappresentano il 15 per cento della superficie olivicola totale erano state le principali richieste che la neonata coalizione di produttori, consumatori e ambientalisti pugliesi del 'Patto per il territorio aveva presentato al commissario in un incontro questa mattina a Bari nella regionale del Corpo Forestale dello Stato.

All’incontro hanno partecipato Coldiretti, Associazione Frantoiani, Unaprol PugliaOlive, CoopOlio Salento, Olivicoltori di Puglia, Ajprol Taranto, Consorzio vivaisti viticoli pugliesi, Legambiente, Terranostra, Cibi (Consorzio Italiano Biologico), AproBio, Consorzio Puglia Natura, Condacons, Confconsumatori e Adoc.

"Comincia oggi la seconda fase del piano anti-Xylella che prevede l’uso di insetticidi. Chiediamo che la lotta all’insetto vettore sia il meno impattante possibile per l’ambiente, – ha detto il presidente regionale Coldiretti, Gianni Cantele - mediante l’utilizzo di principi attivi biologici approvati dal Ministero e rispettosi, che possano evitare di risolvere un problema e aprirne degli altri".

Per Cantele le "decisioni estremamente dure assunte dalla comunità europea (con riferimento all’obbligo di abbattere tutte le piante, anche quelle sane, nel raggio di 100 metri dall’ulivo infetto, ndr) sono probabilmente dovute ai ritardi e alla risposta della nostra regione non sufficientemente puntuale e precisa". Cantele ha poi ribadito la possibilità di "una class action", sottolineando l’importanze di "continuare la ricerca in un momento in cui abbiamo necessità di avere ulteriori conoscenze per operare in senso preventivo rispetto al problema della xylella"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione