Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 17:36

Ilva, scatta l'inchiesta sul rapporto Asl nelle giornate di vento Ecco in video notturni «inferno di fumi»

Ilva, scatta l'inchiesta sul rapporto Asl nelle giornate di vento Ecco in video notturni «inferno di fumi»

Niente alcol, niente «botti» e musica a basso volume
Le prescrizioni per le feste, ma non c’è ancora un’ordinanza firmata
FRANCESCO PETRUZZELLIMusica sì, ma a basso volume, divieto di somministrazione di alcolici e stop alla vendita e all’accensione di botti pericolosi. Il Comune mette a punto il pacchetto sicurezza per evitare che il centro città si trasformi in un rave party a cielo aperto. Sorvegliate speciali le giornate del 24 e del 31 dicembre quando migliaia di persone si riversano nel quadrilatero murattiano per l’attesa dei cenoni.

Per ora nessuna ordinanza in agenda. Anzi, il sindaco Decaro vorrebbe evitarle – resterebbe confermata solo quella anti-botti – e per questo si appella al buonsenso dei titolari e dei gestori di locali, bar e pub. Che domani a Palazzo di Città saranno convocati intorno a un tavolo – presente anche l’assessore allo Sviluppo Economico Carla Palone - per studiare misure da adottare, in una sorta di campagna di sensibilizzazione e di accordo sulle regole comportamentali. «Se non mi daranno garanzie – ragiona da giorni il primo cittadino con i suoi più stretti collaboratori – faccio l’ordinanza e spengo la musica. Le feste vanno trascorse con serenità».

L’attenzione resta alta. È passato esattamente un anno ma sono ancora vive le immagini del pestaggio della vigilia di Natale 2014, quando in un corso Vittorio Emanuele affollato di gente in estasi per la musica a tutto volume e per i fiumi di alcol, un ragazzo di Putignano fu selvaggiamente picchiato da un branco di quattro giovani, per aver difeso l’amica da pesanti apprezzamenti. La donna fu prima palpeggiata e poi baciata. Solo qualche giorno dopo furono individuati i responsabili. Un fatto di cronaca che sconvolse la città tanto da costringere il sindaco a spegnere il 31 dicembre con un’ordinanza anti decibel e anti alcol, poi rivelatasi inutile data l’ondata eccezionale di neve.

I controlli quest’anno saranno serrati soprattutto nella zona rossa corso Vittorio Emanuele-Bari vecchia-lungomare, le aree dove è attesa la maggiore concentrazione di persone. Ai gestori dei locali sarà chiesto di non somministrare le bevande in contenitori di vetro e di non servire alcolici ai minorenni. Tolleranza zero anche per i fuochi pirotecnici: pattuglie della polizia municipale saranno impegnate a prevenire la vendita e l’accensione di petardi. I vigili potranno, come ormai da alcuni anni, fotografare e filmare balconi e finestre per individuare i trasgressori. Per loro sono previste multe sino a 500 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400