Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 13:45

Valvole chiuse all'Ilva Azienda presenta esposto l'ipotesi è sabotaggio

Valvole chiuse all'Ilva Azienda presenta esposto l'ipotesi è sabotaggio
TARANTO – Il direttore dello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto, Ruggero Cola, ha presentato un esposto alla procura della Repubblica dopo che da un’ispezione di tecnici aziendali ai convertitori dell’Acciaieria 1 è emerso che due delle quattro valvole del circuito di raffreddamento risultavano chiuse. Le valvole a regime devono restare tutte aperte perchè l’acqua deve 'raffreddare' i 1300 gradi dei convertitori; non si tratta peraltro di un sistema governabile a distanza. Dell’episodio sono stati informati i sindacati. 
L'anomalia avrebbe potuto cause danni gravi all’impianto e conseguenze anche per i lavoratori. Nell’esposto dell’Ilva non si escluderebbe neppure l’ipotesi di un tentativo di sabotaggio.

Proprio questa anomalia sarebbe alla base della richiesta di accertamenti avanzata con urgenza all’Arpa Puglia oggi dal presidente della Regione, Michele Emiliano. ll presidente della Regione, ha inviato all’Arpa, un telegramma "urgente" per richiedere ulteriori controlli sull’Altoforno 1. "Con riferimento alle ultime indiscrezioni di stampa relative alle anomalie di funzionamento dello stabilimento Ilva - scrive Emiliano - ed in particolare merito alle conseguenze della riattivazione dell’AFO 1, si prega disporre tutti gli accertamenti che il caso richiede e di riferire nel più breve tempo possibile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400